Motta San Giovanni: Domenico Mallamaci si scaglia contro il sindaco Verduci

Motta San Giovanni: alta tensione tra il consigliere di minoranza Mallamaci ed il sindaco Verduci

Volano gli stracci tra il consigliere comunale di minoranza, Domenico Mallamaci, ed il sindaco di Motta San Giovanni, Verduci. “130 giorni sono passati dall’ultimo consiglio comunale: la maggioranza – afferma il consigliere- non ha sentito il bisogno di riunire il civico consesso per discutere dei tanti problemi con i quali la nostra comunità deve convivere. 15 le interpellanze del sottoscritto che non hanno avuto alcuna risposta: il sindaco, non ha ritenuto di dover soddisfare le mie legittime richieste (vige il dovere di risposta alle istanze dei consiglieri). 59 (il penultimo utile) i giorni trascorsi per decidere di incaricare il legale dell’Ente a ricorrere al tar avverso la conferenza dei servizi relativa alla discarica di Comunia. 300 i giorni trascorsi tra l’approvazione del progetto del lungomare e la trasmissione alla Città Metropolitana (hanno affermato che era impossibile, per la ristrettezza dei tempi, condividere e partecipare ai cittadini le linee guida dello stesso). 287 i giorni trascorsi dalla frana strada provinciale (avevamo suggerito la somma urgenza data l’importanza dell’arteria) progettazione appena mandata in appalto dalla Città Metropolitana. 59 i giorni trascorsi dalle dimissioni del capogruppo di maggioranza senza alcun commento in merito. 41 i giorni trascorsi per nominare la commissione speciale che il sindaco ha delegittimato ripetutamente. 30 giorni di proroga richiesti per rispondere alle osservazioni della Corte dei Conti sul piano di riequilibrio. 541 i giorni trascorsi dalle elezioni che hanno sancito la vittoria della lista guidata dal sindaco Verduci e Motta San Giovanni non solo non è ancora la città che vogliamo ma è ancora ferma al punto di partenza. Questi numeri dicono tutto (ce ne sarebbero tanti altri) e non fanno che mettere in luce quanto la maggioranza sia poco propensa a discutere, partecipare, operare sul territorio. Infine un numero su tutti: 100.000 euro il costo ad oggi della giunta”, conclude.