Francia: caccia al killer del Mercatino di Natale di Strasburgo, 2 morti e 14 feriti

AFP/LaPresse

E’ un uomo di 29 anni, identificato come Cérif C. il presunto attentatore al Mercatino di Natale di Strasburgo

A Strasburgo ieri un uomo armato ha aperto il fuoco contro la folla al mercatino di Natale: la prefettura della regione Grand-Est ha rivisto al ribasso il bilancio provvisorio, sarebbero infatti 2 i morti – e non 3 come riferito in precedenza – e 14 i feriti, di cui 9 gravi. L’uomo ricercato era stato oggetto di condanne in Francia e Germania, per vicende di diritto comune. Ben 350 persone sono mobilitate sul campo, 100 delle quali della polizia giudiziaria, e due elicotteri. Sono impegnati i servizi del Raid, della Bri e della operazione Sentinelle.
Il governo francese ha alzato il livello di allerta al grado di “emergenza attentato“, con il controllo rafforzato dei suoi confini: lo ha detto il ministro degli Interni francese, Christophe Castaner. Il “piano Vigipirate” viene aumentato e passa cosi’ al livello di “emergenza attentato“, che consente di mobilitare mezzi eccezionali su tutto il territorio nazionale.

Ho visto un uomo con una pistola passare davanti a un gruppo di persone. Senza dire una parola, ha puntato l’arma verso uno di loro e ha aperto il fuoco. Non mi sembra che l’abbia colpita. Quindi ha diretto la sua arma contro un altro membro del gruppo e lo ha preso. Poi si e’ messo a correre verso piazza Gutenberg, mescolandosi alla folla. E’ stato il panico“: lo ha raccontato un ragazzo di Strasburgo, come riportato dal quotidiano Dna (Dernieres nouvelles d’Alsace).

E’ un uomo di 29 anni, identificato come Cérif C. il presunto attentatore al Mercatino di Natale di Strasburgo. L’uomo, 29 anni, è nato a Strasburgo e vive ancora lì. Durante la sua fuga ha costretto un tassista a caricarlo in macchina e si è fatto lasciare in un’altra zona della città. “È un uomo sfortunatamente già conosciuto, per reati di diritto comune per i quali è già stato oggetto di condanne in Francia e Germania, ed ha scontato le sue pene“, ha spiegato il ministro dell’Interno Christophe Castaner. La prefettura di Bas-Rhin ha specificato il sospetto è segnalato con il “fiché S” per radicalizzazione. Era ricercato per una rapina e tentato omicidio ad agosto, ha detto una fonte della polizia a France 3. Ieri mattina, gli agenti di polizia e un team dell’intelligence si erano presentati nella sua abitazione, ma non lo avevano trovato in casa. Sul luogo, secondo Franceinfo, sono stati ritrovate delle granate.

 


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...