Campo Calabro: il consiglio comunale approva l’acquisizione di Forte Siacci

Campo Calabro: il consiglio comunale approva l’acquisizione di forte Siacci e il regolamento sulla sorveglianza delle scuole da parte dei volontari

Si è riunito il 6 dicembre il consiglio comunale di Campo Calabro sotto la presidenza di Francesco Agostino . Presenti tutti i consiglieri ad eccezione del Consigliere Giuseppe Buda (Campo Calabro Unita) . Sono stati  approvati all’unanimità i punti riguardanti:

  • Convenzione gestione depuratore Consortile di Concessa Catona a servizio dei Comuni di Campo Calabro, Fiumara, San Roberto, Scilla, Laganadi e Reggio Calabria – Approvazione Convenzione tra i Comuni utilizzatori dell’impianto.
  • Regolamento sulle modalità di coinvolgimento di volontari nell’attività di sorveglianza davanti i plessi scolastici durante il periodo di attività didattica.
  • Regolamento in materia di accesso documentale, accesso civico e accesso generalizzato

Dopo la richiesta del  consigliere Scopelliti (Per Amore di Campo Calabro) di anticipare la trattazione del punto 8  “Esame proposta di deliberazione avente ad oggetto: Richiesta di inserimento delle aree dei Comuni Campo Calabro- Reggio Calabria e Villa San Giovanni nella ZES “ e su successiva ulteriore  proposta del Sindaco, il Consiglio ha poi variato, a maggioranza , contrari Idone, Scopelliti e Calandruccio  l’ordine del giorno anticipando la trattazione dei  i punti 5 e 6 – Variazione al Bilancio di Previsione  e il punto 8 – Esame proposta di deliberazione sulla ZES.

I punti 5 e 6  sono stati  illustrati dal punto di vista tecnico dal Dirigente di Ragioneria dott. Domenico Romeo . Sul punto 5, si è registrato l’intervento del consigliere Scopelliti  e dell’Assessore Giuseppe Barresi ad integrazione delle richieste di chiarimento .In particolare Scopelliti ha concluso in merito alla errata valutazione , a suo dire, dei costi dell’energia elettrica in relazione all’uscita, gia verificatasi ad agosto, come rappresentato da Barresi,del comune dai vincoli di salvaguardia che hanno negli anni precedenti causato un aumento di circa 10 mila euro mensili dell’importo delle bollette. Sempre circa il punto il consigliere Idone ha sottoposto all’attenzione del consiglio la questione dei lavoratori LSU/LPU, chiedendone la stabilizzazione e sollecitando un impegno del Sindaco, il quale ha risposto che la problematica verrà trattata alla luce degli sviluppi legislativi e normativi dei quali i comuni sono in attesa e che ogni decisione verrà assunta nell’interesse esclusivo dell’ente e della salvaguardia del bilancio comunale. Dopo la discussione del punto 5 il Consigliere Scopelliti per motivi familiari, e la Consigliera Calandruccio hanno lasciato l’aula. Il  punto 5 è stato approvato a maggioranza (contrario Idone D.). Analogo esito ha avuto il punto 6 , riguardante un’altra variazione di bilancio in entrata .Rinviato stante l’assenza dei proponenti il punto sulla Zona Economica Speciale. All’unanimità invece è passato il punto : Convenzione per la gestione di tesoreria comunale quinquennio 2019/2023 – Determinazioni al rinnovo della convenzione per il servizio di tesoreria comunale . Ultimo punto all’odg è stato lo : Schema accordo di valorizzazione, ex art. 112 comma 4 del Dlgs. 42/2004, del Forte Batteria “Siacci”. Determinazioni. Il compendio immobiliare di cui si tratta è stato dichiarato di interesse storico-artistico con Decreto del MIBACT e si estende, in località Matiniti, su una superficie edificata di circa 10 mila mq su 144 mila complessivi. Costruito nel 1880 assieme alle altre fortificazioni umbertine della costa siciliana e calabrese, rappresenta il manufatto più importante per collocazione, estensione, significato strategico e per il collegamento ad altre due opere minori, Batteria Matiniti Inferiore e Forte Pignatelli. Il Sindaco Repaci ha illustrato i passaggi e gli atti che hanno portato dall’agosto 2017 ad oggi, alla sigla dell’accordo di valorizzazione, definendo epocale e determinante per il futuro sviluppo di Campo Calabro il provvedimento di acquisizione del manufatto, precisando che nell’ambito della valorizzazione del sistema dei beni culturali in Calabria il Comune è stato ammesso ad un bando  per una campagna di comunicazione sul manufatto in corso di acquisizione dal titolo “Conoscere Siacci – Il percorso della memoria” . Il Consigliere Idone,intervenendo sul punto, ha rivendicato l’intuizione di acquisizione del Forte alla sua amministrazione, così come avvenuto per Pignatelli . Il punto è stato approvato all’unanimità ,autorizzando il Sindaco alla sottoscrizione dell’Accordo .  Il Sindaco ha registrato la propria soddisfazione per l’approvazione di tutti i punti all’ordine del giorno , ribadendo l’impegno dell’amministrazione ad affrontare in tempi brevi anche il punto rinviato sulla richiesta di inserimento dell’Area Industriale di Campo Calabro-Villa San Giovanni – Reggio Calabria nella Zes . Continua, ha concluso Repaci, un lavoro faticoso ma entusiasmante per tenere fede agli impegni che abbiamo assunto con gli elettori . Ci sottoponiamo fiduciosi alla prova dei fatti, lieti di essere giudicati per quelli che compiamo”.