Calabria, Sculco: “sui migranti serve una strategia seria”

Calabria, Sculco: “ciò che è gravissimo è che si sta modificando lo sguardo dei cittadini sull’altro: l’immigrato, il diverso da noi”

“Gli episodi di abbandono dei migranti inclusi bambini che da Isola Capo Rizzuto a tante altre parti d’Italia si stanno registrano, sono l’esito pericoloso della semplificazione politica e culturale di un fenomeno mondiale come le migrazioni che avrebbe bisogno di strategie serie, approfondite e condivise e di una responsabilità, nelle fasi di accoglienza e integrazione, che al momento è del tutto evaporata”. E’la riflessione della consigliera regionale di Calabria in Rete Flora Sculco, che aggiunge: “Ma ciò che è gravissimo, aldilà del pessimo decreto sicurezza e delle dispute tecniche nei talk show su Sprar e protezione umanitaria, è che si sta modificando lo sguardo dei cittadini sull’altro: l’immigrato, il diverso da noi. Stanno passando, a causa della crisi economica che colpisce indistintamente ogni strato sociale e che in questa congiuntura si sta fortemente acuendo, messaggi di segno razzista e xenofobo che rischiano di cacciare l’Italia in un vicolo cieco e che dovrebbero preoccupare tutti coloro che hanno a cuore, prima che le sorti della maggioranza o la rifondazione di un’opposizione liberaldemocratica, i principi fondamentali della Carta costituzionale”.


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...