Allerta Meteo, weekend dell’Immacolata all’insegna del maltempo: piogge e forte vento in Calabria e Sicilia

Allerta Meteo, forte maltempo sull’Italia nel weekend dell’Immacolata: attenzione ai forti venti occidentali che soffieranno impetuosi soprattutto domani, Domenica 9 Dicembre. Niente freddo, temperature elevate

Allerta Meteo – L’Italia vive il weekend dell’Immacolata con condizioni meteorologiche avverse, ma senza freddo: uno scenario tipicamente autunnale, senza tracce d’inverno. Le temperature, infatti, sono decisamente elevate in tutto il Paese: stamattina la temperatura ha già raggiunto ben +20°C a Siracusa, +19°C a Messina, Reggio Calabria e Termoli, +18°C a Palermo e Catania, +17°C a Bari, Salerno, Pescara, Latina, Trapani e Civitavecchia, +16°C a Roma, Napoli, Pisa, Grosseto, Cagliari, Taranto, Lecce, Foggia, Olbia e La Spezia, +15°C a Milano, +14°C a Torino, Firenze e Bergamo. E domani, Domenica 9 Dicembre, farà ancora più caldo in tutto il Paese: le temperature aumenteranno ulteriormente con forti venti occidentali che determineranno un effetto favonio detto “garbino” sul versante orientale dell’Appennino, dall’Emilia Romagna alla Puglia, dove avremo picchi di +20°C persino in Romagna.

Di freddo e di inverno, quindi, non c’è neanche l’ombra. Nelle prossime ore avremo bufere di neve sulle Alpi, ma soltanto in quota (oltre i 1.200/1.400 metri di altitudine) e nei versanti settentrionali, quindi prevalentemente in Francia, Svizzera e Austria, e solo localmente nelle aree italiane più vicine ai confini dove le montagne sono esposte al Nord. In pianura Padana avremo altri venti di foehn con temperature superiori ai +15/+16°C. Eppure c’era chi all’inizio del mese preannunciava “grandi ondate di freddo” o addirittura l’arrivo di “gelo e neve” sull’Italia nel weekend dell’Immacolata: non fatevi ingannare, adesso hanno posticipato queste prospettive per Natale, ma si tratta di colossali invenzioni. La tendenza a lungo termine prospetta per tutto il mese di Dicembre un possente Anticiclone delle Azzorre sul Mediterraneo centro/occidentale, intervallato da fasi perturbate di origine atlantica, quindi comunque miti e in ogni caso estremamente veloci, in un contesto che rimarrà quindi in prevalenza caldo e secco. Le temperature diminuiranno un po’ soltanto per un paio di giorni all’inizio della settimana entrante, soprattutto nelle Regioni settentrionali e Adriatiche, ma senza precipitazioni rilevanti. Tornando al Weekend, attenzione ai venti impetuosi da Ovest: domani supereranno i 120km/h tra Corsica e Sardegna, determinando forti mareggiate lungo tutto il litorale tirrenico dalla Toscana alla Sicilia.

Sempre al Centro/Sud avremo anche precipitazioni, con piogge e temporali dapprima nel pomeriggio/sera odierno tra Puglia, Campania, Basilicata, Calabria tirrenica e Sicilia nord/orientale, poi nel pomeriggio/sera di domani, ancor più intense nel basso Tirreno tra Campania, Calabria e Sicilia (versanti tirrenici). Piogge tipicamente autunnali, con temperature elevate tanto che non nevicherà neanche sulle vette più alte dell’Appennino meridionale ad oltre 2.200 metri di altitudine.  Ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale: