Trasporti sullo Stretto, lavoratori Liberty Lines verso il licenziamento. Fit Cisl chiede incontro al Ministero dello Sviluppo

Trasporti sullo Stretto, appello di Fit-Cisl: “Il Ministero dello Sviluppo ci riceva per scongiurare il licenziamento dei 72 lavoratori”

È ormai prossima la scadenza della procedura di licenziamento che rischia di coinvolgere 72 lavoratori marittimi della società Liberty Lines: chiediamo che il Ministro dello Sviluppo ci riceva per scongiurare questa tragica prospettiva”, è quanto Monica Mascia, Segretario nazionale della Fit-Cisl. ‘‘Il rischio di licenziamento nasce a seguito della decisione del Ministero dei Trasporti di assegnare la concessione del servizio Messina-Reggio Calabria ad altra azienda, senza prevedere le dovute tutele sociali e contrattuali. Le lavoratrici e i lavoratori ora vedono le loro vite e quelle delle loro famiglie in grave rischio“. Il segretario nazionale denuncia il silenzio del Mise, dal momento che, nonostante le richieste , non ha ancora dato nessuna risposta. “Un silenzio– conclude Mascia-che “soprende”, da parte di chi “fino ad oggi si è sempre dimostrato attento, interessato e disponibile ad ascoltare tutti. Ribadiamo, pertanto, la nostra richiesta di un suo immediato intervento”.