Reggio Calabria, dissequestrata dopo una settimana via Nazionale Pentimele ma la riapertura adesso dipenderà da Comune e ANAS

/

Reggio Calabria: disposto il dissequestro del tratto della via Nazionale Pentimele dove è avvenuto il sinistro costato la vita a Maria Teresa Mento e Domenico Spinella

Reggio Calabria – Oggi, Venerdì 9 Novembre, a una settimana esatta dal tragico incidente costato la vita a Domenico Spinella e Maria Teresa Mento, il p.m. Alessandro Moffa ha disposto il dissequestro del tratto della via Nazionale Pentimele in cui s’è verificato l’incidente mortale. La decisione scaturisce dall’istanza dell’avvocato Pietro Siviglia, presentata nell’interesse della nota concessionaria automobilistica Sudauto di Zema, posta proprio accanto al luogo del sinistro. Nell’apposito decreto, il pm concede il dissequestro “essendo stati completati tutti gli accertamenti del caso sull’area in questione, non è più necessario mantenere il sequestro a fini probatori“.

Contestualmente il pubblico ministero ha prescritto “al Comune di Reggio Calabria, quale ente proprietario del tratto stradale, all’ANAS, quale committente dei lavori interessati il tratto stradale in sequestro, e alla ditta Consorzio Stabile “Aurea”, quale ditta esecutrice dei medesimi lavori, di completare al più presto i lavori in corso di esecuzione sul tratto stradale in questione prima della completa riapertura al traffico della stessa o, quanto meno, di adottare tutte le cautele necessarie alla messa in sicurezza del tratto stradale (opportuna segnaletica, delimitazione delle buche, interdizione al traffico di porzioni della carreggiata pericolose ecc. ecc.), misure e lavori che saranno eseguiti previo avviso e sotto la supervisione delle p.g. operante – Comando di polizia Municipale di Reggio Calabria e Polizia Metropolitana di Reggio Calabria“.

La strada, quindi, è stata dissequestrata. Ma se, come e quando riaprirà adesso dipende dai lavori del Comune e dell’Anas.