Reggio Calabria si candida a diventare “Città amica dei Bambini”

La Città Metropolitana di Reggio Calabria ha aderito al Progetto UNICEF “Città amiche dei Bambini e degli Adolescenti”

Nei giorni scorsi, il Consiglio Metropolitano di Reggio Calabria, ha votato all’unanimità la delibera a favore del Progetto internazionale e nazionale di UNICEF  Child-Friendly Cities (Città amiche dei Bambini e degli Adolescenti). La Città Metropolitana s’impegnerà a dare il via ad un processo di azioni che avranno l’obiettivo di migliorare la qualità della vita dei bambini. Una città che sceglie di aderire al programma promosso da UNICEF decide di porre una maggiore attenzione alle esigenze dell’Infanzia in tutti gli aspetti della gestione amministrativa, dell’ambiente e dei servizi. L’ascolto diventa fondamentale per garantire il “superiore interesse” del fanciullo.  Con il programma “Città amiche dei Bambini e degli Adolescenti”  l’ UNICEF vuole favorire la piena attuazione della Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza sul territorio. I più piccoli potranno partecipare e avere voce in capitolo nelle scelte degli adulti, divenendo quindi, soggetti attivi e portatori di proprie idee e necessità.  “Il nuovo cammino intrapreso dalla Città Metropolitana – afferma il Presidente del Comitato Provinciale UNICEF di Reggio Calabria, Dott. Emanuele Mattia – mi rende entusiasta e allo stesso tempo determinato nel realizzare qualcosa di concreto sul nostro territorio. Ringrazio il Vicesindaco della Città Metropolitana, Riccardo Mauro, il quale, ha sposato subito il Progetto di UNICEF  e ringrazio anche la Presidente della Commissione “Politiche Giovanili” della Città Metropolitana, Adele Briganti, ed il Delegato alle Politiche Giovanili del Comune di Reggio Calabria, Alex Tripodi. L’adesione unanime rappresenta solo l’inizio di un lungo percorso che porterà i bambini a diventare i veri protagonisti della città di oggi e di domani”.