Reggio Calabria, ammesso l’emendamento di Cannizzaro che prevede 55 milioni di euro per l’Aeroporto dello Stretto

aeroporto dello stretto

Reggio Calabria, ammesso in commissione bilancio l’emendamento del deputato reggino Francesco Cannizzaro: prevede lo stanziamento di 55 milioni di euro per l’Aeroporto dello Stretto

“Ammissibile perché riguarda enti da considerarsi di rilievo nazionale e/o internazionale”, con queste parole il Presidente della Commissione Bilancio della Camera dei Deputati ha riammesso l’emendamento proposto dal deputato di Forza Italia Francesco Cannizzaro a favore dell’aeroporto di Reggio Calabria. “Era un impegno che avevo assunto nei confronti della città e di tutti gli operatori del settore operativo dell’aeroscalo reggino, mortificati da scelte aziendali scellerate e da piani nazionali di sviluppo sconsiderati che avevano tagliato dai programmi di sviluppo e crescita l’Aeroporto dello Stretto. Ma oggi – spiega Cannizzarodopo una prima momentanea esclusione, l’emendamento da me proposto e fortemente voluto, è stato riammesso al disegno di legge di bilancio 2019 (C1334). L’emendamento “Cannizzaro 16.012”, così denominato, prevede lo stanziamento di 25 milioni di euro per il 2019 e di 15 milioni di euro per ciascuno degli anni 2020 e 2021, per la messa in sicurezza e l’ampliamento dell’operatività dell’aeroporto di Reggio Calabria, in quanto infrastruttura di interesse nazionale. Adesso dovrà superare l’esame in Commissione prima e dell’Aula successivamente ma le premesse poste dal Presidente della Commissione Bilancio in sede di riammissione lasciano ben sperare“.

Si tratta di un risultato importante che “legittima la classificazione di primo piano nel panorama nazionale di una struttura che fino a poco meno di un anno fa qualcuno, a Roma, voleva far chiudere. Ecco il ruolo della politica che si erge a difesa del proprio territorio, che tutela e valorizza quegli strumenti di sviluppo senza i quali la nostra Terra rimarrebbe tagliata fuori da tutti i circuiti turistici e commerciali” aggiunge il giovane deputato reggino. “Oggi – prosegue Cannizzarograzie alla solidità di un gruppo politico compatto e determinato, la Calabria ha l’occasione di essere tutelata in un settore fondamentale, quello dei trasporti, ripristinando storture politiche dannose per i cittadini e annullando gli effetti devastanti di sciagurati accordi nazionali passati per spartirsi le risorse presenti. Sono certo, e concludo, che l’amministrazione Sa.Cal. nel continuare l’opera di rilancio del Tito Minniti, consapevole del supporto politico di cui oggi finalmente gode in Parlamento, potrà agire con maggiore fiducia e determinazione, soprattutto davanti all’eventuale possibilità di poter contare su queste somme già dal prossimo anno. Nel 2019 Reggio Calabria potrebbe tornare a  volare a pieno regime, lasciando finalmente a terra tutti quei detrattori che alla città, fino ad oggi, hanno raccontato solo fandonie“.