Reggio Calabria: l’Associazione Centaurea Onlus cresce e si rinnova

/

Reggio Calabria: l’Associazione “Centaurea onlus” cresce e si rinnova con attività sempre più attente ai bisogni del settore sociale

L’Associazione “Centaurea onlus” cresce e si rinnova: nata nell’ottobre del 2008 da un gruppo di donne che hanno maturato esperienze di solidarietà sia in proprio che attraverso la collaborazione con altre realtà associative, ha appena celebrato il suo primo decennio di attività e guarda al futuro con rinnovato vigore. L’azione dell’Associazione è ispirata ai profondi valori cristiani e ai principi di libertà, uguaglianza e democrazia, sanciti dalla Costituzione italiana. L’Associazione ha per scopo la creazione e la promozione di una rete di relazioni interpersonali sulla base di valori condivisi, che – nel rispetto dei diversi percorsi formativi e delle esperienze vissute – valorizzi lo specifico patrimonio di sensibilità, curiosità e attenzione di cui le donne sono portatrici. L’Associazione si propone di utilizzare ogni risorsa disponibile affinché, sia attraverso la riscoperta e l’attualizzazione dei valori cristiani, della cultura e della tradizione, che attraverso l’approfondimento di nuove tematiche, si possa affermare un modello originale di vita e di relazione.

In particolare l’Associazione si propone di svolgere le seguenti attività:

  • studiare, organizzare, realizzare e gestire interventi di sostegno a favore di soggetti deboli, in particolare di bambini in difficoltà a causa di fattori economici, culturali, di discriminazione, di salute;
  • ideare, organizzare e gestire manifestazioni, incontri, convegni, mostre, eventi in genere ad esclusivo scopo di condivisione, crescita culturale e solidarietà;
  • realizzare iniziative atte a diffondere spunti di discussione, approfondimenti, fatti di comune utilità, anche sollecitando la partecipazione del pubblico;
  • studiare e realizzare iniziative editoriali allo scopo di diffondere i valori di cui l’Associazione è portatrice e di dare voce ad idee ed esperienze vissute, significative rispetto agli scopi dell’Associazione stessa;
  • studiare e realizzare iniziative volte a favorire l’integrazione sociale e culturale.

LE INIZIATIVE STORICHE DELL’ASSOCIAZIONE

Organizzazione di spettacoli per la raccolta di fondi destinati a sostenere progetti diversi ma tutti imperniati sui bambini:

  • nel dicembre 2008, presso il palazzo della Provincia di Reggio Calabria, recital di canti gospel animato dal gruppo Corona Chorus ed intervallato da numeri di illusionismo e magia;
  • nel maggio 2009, al Teatro Cilea, messa in scena del musical “Sette spose per sette fratelli”;
  • nel dicembre 2009, presso l’auditorium del Conservatorio cittadino, lo spettacolo di poesia e musica “Fai della tua vita un canto…”;
  • nel dicembre 2010, presso il palazzo della Provincia di Reggio Calabria, lo spettacolo “In…canto di Natale” cantato e suonato dal coro e dall’orchestra della Scuola Media “Diego Vitrioli” di Reggio Calabria;
  • il 5 gennaio 2017, spettacolo di beneficenza “I casi sono due” messo in scena al Teatro “Francesco Cilea” dalla compagnia teatrale di Ortì (regia di Rocco Furfari) allo scopo di raccogliere fondi da destinare, attraverso l’amichevole collaborazione del Cappellano don Giacomo D’Anna, alle detenute delle Case Circondariali di Reggio di Calabria e di Arghillà ed ai loro figli minori.

Iniziative varie per la raccolta di fondi:

  • nel dicembre 2011, presso il palazzo della Provincia di Reggio Calabria, asta di oggetti d’arte e artigianato;
  • nel dicembre 2012, attraverso l’offerta di originali presepi interamente in cioccolata realizzati da artigiani pasticcieri locali, raccolta fondi devoluti alla Comunità di Accoglienza Caritas (sita in via G. Ferraris) di Reggio Calabria a favore delle ragazze madri e dei loro bambini;
  • in occasione delle Festività Natalizie:
  • nel dicembre 2013, aperitivo di beneficenza con la partecipazione amichevole di Pasquale Caprì e il collegamento in diretta con Radio Touring 104; le offerte raccolte sono state destinate a sostegno dell’attività dell’Emporio Genezareth di Riparo di Cannavò (RC), che fornisce alimenti a famiglie bisognose;
  • nel dicembre 2014, ben 3 iniziative: apericena di beneficenza ed intrattenimento musicale con la partecipazione amichevole di Giacomo Battaglia; i presepi di cioccolata realizzati artigianalmente; lo spettacolo “Natalizia” di e con Peppe Barra, i cui proventi complessivi sono stati interamente destinati a sostegno  del Progetto Gemma e delle altre attività di prevenzione e solidarietà del “Centro di Aiuto alla Vita” di Reggio Calabria del Movimento per la Vita;
  • nel 2015, alberelli natalizi di varie fogge interamente in cioccolato e palline di cioccolato decorate, di finissima fattura artigianale, i cui proventi hanno per intero finanziato interventi diretti a favore dei minori ospiti della Casa-famiglia “Villa Betania” di Reggio di Calabria;
  • nel 2016, raccolta fondi a favore di minori, volta a finanziare l’acquisto di beni di prima necessità e di materiale didattico;
  • Natale 2017: Alberelli – cuscino variopinti realizzati dalle associate, allo scopo di raccogliere fondi destinati ai minori ospiti della Casa-famiglia “Villa Betania” di Reggio di Calabria, alle ospiti della Casa delle Donne “Madonna di Lourdes” di Reggio di Calabria ed ai loro bimbi, agli ospiti della Casa di Accoglienza “Dono di Pace”;
  • Pasqua 2018: sorteggio di un uovo di cioccolato artigianale del peso di circa 6 kg. Le offerte dei partecipanti al sorteggio ci hanno consentito di aiutare una famiglia del territorio che versa in gravi difficoltà economiche e di salute.

Divulgazione a scopo di prevenzione e tutela della salute ed altre iniziative a carattere culturale e sociale:

  • 26 febbraio 2010 grande successo ha ottenuto il “Progetto Vita” portato nella nostra città da Alessio Tavecchio, autore del libro “Con una marcia in più” (edizioni Paoline) nonché presidente della Fondazione “Alessio Tavecchio onlus” che si occupa di prevenzione e sicurezza stradale e di assistenza e supporto ai disabili, all’insegna non solo della protezione nel corretto uso dei veicoli ma di un generale concetto di consapevolezza nello stare al mondo; più di milleduecento studenti delle scuole medie inferiori e degli istituti superiori di Reggio e provincia (oltre a numerosi docenti) hanno preso parte con entusiasmo all’iniziativa.
  • 16 aprile 2010: la dott.ssa Maria Chiara Lucchetti dell’Ospedale Pediatrico Bambin Gesù di Roma e la dott.ssa Maria Montalto, psicoterapeuta, hanno tenuto una conferenza dal titolo “Il passaggio dall’infanzia all’adolescenza: prevenzione e tutela della salute dei nostri figli”; iniziativa rivolta soprattutto ai genitori e a quanti (compresi gli stessi adolescenti) volessero saperne di più sulle patologie in rapida diffusione e di specifico interesse per questa fascia di età, nonché sui comportamenti a rischio e su indicatori di disagio quali i disturbi alimentari.
  • 30 giugno 2010 presentazione del volume “Ricomincio – la regola delle quattro C” del dott. Salvatore Borrelli;
  • 18 marzo 2011: Alessio Tavecchio è tornato nella nostra città a parlare delle tematiche di prevenzione e sicurezza, e della consapevolezza come strumento di navigazione nella vita; di nuovo centinaia di studenti delle scuole secondarie inferiori e superiori hanno potuto ascoltare dalla viva voce di Alessio il racconto della sua straordinaria esperienza di rinascita ad una vita nuova dopo un disastroso incidente;
  • 9 aprile 2011: incontro sul Cammino di Santiago de Compostela tenuto da Luciano Callegari, massimo esperto in Italia del Cammino di Santiago e degli altri “cammini” spirituali e pellegrinaggi della tradizione nonché ideatore, realizzatore e “anima” del sito dedicato www.pellegrinando.it;
  • 9 e 10 febbraio 2012: si ripete l’appuntamento con Alessio Tavecchio a beneficio degli alunni di un liceo scientifico cittadino e di una scuola cattolica di istruzione primaria e secondaria di primo grado;
  • 28 aprile 2012: presentazione della traduzione italiana (edita a cura dell’Associazione) della novella “Lode alla vita” dello scrittore ucraino Mykhailo Kocjubynskyi;
  • 29 novembre e 14 dicembre 2012: presentazione del romanzo “La luna di Giada” dello scrittore reggino Giuseppe Panzera, in anteprima nazionale a Roma presso la Sala Paolina di Castel Sant’Angelo e poi a Reggio Calabria, presso la Sala della Biblioteca del Palazzo della Provincia.
  • nel marzo del 2013, Alessio Tavecchio ha incontrato gli studenti di due istituti di istruzione superiore della nostra città, il liceo scientifico “Alessandro Volta” e il liceo classico Convitto “Tommaso Campanella”;
  • 25 maggio e 8 giugno 2013, consegna di due defibrillatori, acquistati con parte dei proventi del 5 per mille, al Liceo Scientifico “Alessandro Volta” ed al Convitto “Tommaso Campanella” di Reggio Calabria;
  • 14 e 15 aprile 2014, Alessio Tavecchio ha incontrato nuovamente gli studenti del liceo scientifico “Alessandro Volta” e del liceo classico Convitto “Tommaso Campanella”, ed inoltre i giovani delle parrocchie di San Cristofaro, Riparo e Cannavò;
  • 16 aprile 2014, donazione di un defibrillatore a favore di una struttura sportiva cittadina nell’ambito della “Campagna contro le Morti Improvvise di Giovani Atleti e non” portata avanti dall’A.N.M.C.O. (Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri).
  • L’8 ottobre 2014 l’associazione Centaurea ha dato vita a un evento incentrato sulla testimonianza del noto giornalista, scrittore ed autore televisivo Paolo Brosio, portatore e divulgatore del messaggio della Regina della Pace di Medjugorje e promotore, attraverso la onlus “Olimpiadi del Cuore” di iniziative assistenziali e sociali in Bosnia.
  • 5 dicembre 2014, donazione di un defibrillatore all’Università per Stranieri “Dante Alighieri” di Reggio Calabria;
  • nell’aprile 2015, Alessio Tavecchio è tornato per il sesto anno consecutivo a Reggio Calabria ed ha portato la sua testimonianza agli studenti di due istituti di istruzione superiore della nostra città, il Liceo scientifico “Leonardo da Vinci” e l’Istituto tecnico industriale “Panella – Vallauri”;
  • il 29 maggio 2017, un unico evento ha racchiuso la divulgazione a scopo di prevenzione e l’importante riconoscimento “Gens Aurea”; nella cornice del consueto seminario tenuto da Alessio Tavecchio, gli studenti dei Licei cittadini “T. Campanella”, “Leonardo da Vinci” ed “Alessandro Volta” hanno partecipato alla cerimonia di consegna del IX premio “Gens Aurea” all’Assessore ai LL.PP. del Comune di Reggio Calabria prof. avv. Angela Marcianò;
  • il 4 maggio 2018, un invito ai giovani alla prevenzione nella consapevolezza ed alla solidarietà: insieme alla coinvolgente testimonianza di Alessio Tavecchio, gli studenti di alcuni istituti superiori della nostra Città hanno ascoltato dalla viva voce del protagonista l’avvincente storia del cooperatore volontario Enzo Infantino, destinatario del X premio “Gens Aurea”.

Le iniziative del cuore“Le mamme per le mamme di Casa Accoglienza”:

ogni anno, alla vigilia ed in occasione della Festa della Mamma, attraverso l’offerta di manufatti realizzati dalle stesse associate (tra cui oggetti in terracotta, piantine confezionate in vasetti e secchielli multicolori, bambole di pezza) si raccolgono fondi che vengono devoluti alla Comunità di Accoglienza Caritas (sita in via G. Ferraris) di Reggio Calabria per donne in difficoltà, in particolare ai loro bambini.

Il premio “GENS AUREA” – Riconoscimento a personaggi illustri della nostra terra, conferito annualmente a personalità di spicco nel campo professionale, culturale, morale o sociale.

L’Associazione ha premiato:

  • Nel 2009: Mons. Santo Donato, fondatore e Priore dell’Ordine Religioso Piccoli Fratelli e Sorelle dell’Immacolata e penitenziere della Cattedrale di Reggio Calabria;
  • Nel 2010: Prof. Pasquale Vadalà, già primario di oculistica dell’Ospedale Bambin Gesù di Roma;
  • Nel 2011: la struttura CPA, in persona della dott.ssa Rosa Maria Morbegno, quale responsabile del Centro Prima Accoglienza presso il Dipartimento di Giustizia Minorile di Reggio Calabria;
  • Nel 2012: la dott.ssa Marcella Clara Reni, notaio, Direttore Nazionale del Movimento “Rinnovamento nello Spirito Santo” e Presidente della “Prison Fellowship Italia onlus” che si occupa di detenuti, ex detenuti e delle loro famiglie, associata all’Organizzazione Internazionale Prison Fellowship International con sede in Washington D.C. (USA), nonché co-autrice del libro “Fra le mura dell’anima”, e Presidente dell’associazione “Victim Fellowship Italia Onlus” nata dal Progetto Sicomoro, programma di Giustizia Riparativa.
  • Nel 2013: il giornalista e scrittore statunitense Justin Catanoso, autore del libro “My Cousin The Saint – Una ricerca della fede, della famiglia e miracoli” che ha avuto un grande successo negli Stati Uniti ed è valso a diffondere la conoscenza della figura e delle opere del nostro Santo Gaetano Catanoso.
  • Nel 2014: premio alla carriera al prof. avv. Vincenzo Panuccio, illustre figura di giurista di fama nazionale e internazionale, conferito nel corso del convegno (accreditato al Consiglio dell’Ordine forense) “Profili deontologici delle associazioni forensi”tenutosi presso la Sala N. Calipari del palazzo del Consiglio Regionale di Reggio Calabria.
  • Nel 2015: il giornalista e scrittore Mimmo Gangemi, autore de “Il giudice meschino” da cui è stata tratta l’omonima fictiongirata a Reggio Calabria, nonché di romanzi pluripremiati quali “La signora di Ellis Island”, “Il prezzo della carne” e l’ultimo “Un acre odore di aglio”.
  • Nel 2016: il dottore Edoardo Lamberti Castronuovo, medico e manager nel campo della Sanità, editore, politico, promotore instancabile della cultura e dell’Arte, il cui “gioiello” più recente è stato l’istituzione della Casa della Cultura.
  • Nel 2017: l’avv. prof. Angela Marcianò, indicata ai giovanissimi presenti quale esempio di legalità, di coerenza nel perseguimento dei propri obiettivi e di instancabile attività nell’adempimento del proprio mandato.
  • Nel 2018: il cooperatore volontario Enzo Infantino, impegnato da anni in prima persona nella difesa dei diritti umani, aderente a missioni umanitarie all’estero già dai tempi della guerra nei Balcani, ideatore di una rete di solidarietà a favore dei rifugiati siriani nonché autore del libro “Kajin e la tenda sotto la luna – Storie di rifugiati siriani in territorio greco” nel quale racconta le sue più recenti esperienze.

Attraverso la firma e la destinazione a favore della Centaurea onlus dei fondi del 5 per mille, abbiamo realizzato tra le altre cose:

  • intervento (acquisto letti, armadi, arredi) per i minori migranti ospiti della Comunità “Nuova Evangelizzazione” di Locri;
  • intervento a favore della Casa per donne in difficoltà “Padre Reghellin” istituita dall’Associazione Zedakà in Archi di Reggio di Calabria;
  • adozione per un anno (successivamente rinnovata) di minori appartenenti a famiglie in difficoltà nell’ambito di un progetto ideato e realizzato dalla Associazione Zedakà;
  • sostegno a una famiglia in difficoltà proposto e gestito dall’Emporio della Solidarietà “Genezareth” delle Parrocchie di Cannavò e Riparo (responsabile don Nino Russo);
  • acquisti in medicinali ed apparecchiature medicali e di generi alimentari graditi ai bambini nonchè il dono di alcune biciclette.

Sull’esempio della Comunità di Sant’Egidio:

raccolta di giocattoli usati ma in ottime condizioni devoluti ai minori ospiti delle strutture cittadine “Villa Betania”, Comunità “Don Orione” e Centro Diurno presso l’Istituto “Suor Brigida Postorino”.

La donazione degli arredi al reparto di neonatologia degli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria:

Grazie al 5×1000 da destinare alle ONLUS, l’Associazione Centaurea ha mobilitato centinaia di donatori raggiungendo un nobile e straordinario risultato per tutta la comunità reggina, donando nuovi arredi per il reparto di neonatologia degli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria.

LE ATTIVITA’ DEL FUTURO

L’associazione ha adesso intenzione di proseguire con rinnovato vigore le proprie attività storiche con un impegno sempre più concreto e pragmatico nel settore sociale e sul territorio, allargando ulteriormente le proprie iniziative, andando a promuovere attività dirette alla tutela e alla salvaguardia degli animali, esseri viventi che necessitano sempre più di protezione in un mondo che paga in modo sempre più pesante il proprio distacco dalla natura. Così l’Associazione intende svolgere attività che vadano a tutelare i diritti degli animali, anche con iniziative rivolte al pubblico ed alle scuole, con manifestazioni di sensibilizzazione ed eventi culturali, ma al tempo stesso richiamino l’attenzione de suoi sostenitori e del pubblico in genere sui valori sottesi alla Natura e all’ambiente, nell’ottica della “custodia del Creato” così cara a Sua Santità il Papa. Sono allo studio iniziative aperte alla collaborazione con Enti preposti alla tutela degli animali e con altre realtà associative.