Messina, sosta impossibile in via Garibaldi: commercianti danneggiati dal nuovo piano Atm

Il consigliere comunale Rizzo propone la creazione di stalli per la sosta breve delle auto in via Garibaldi a Messina

Il nuovo piano di trasporto pubblico Atm, e la nuova linea Shuttle, continuano a causare disagi e malcontenti fra i cittadini a Messina. Oltre ai pendolari, spesso costretti a lunghe attese alle fermate dei bus, protestano anche i commercianti di via Garibaldi, che lamentano una netta riduzione della clientela a causa della politica repressiva nei confronti dei parcheggi e nelle soste in prossimità degli esercizi commerciali, in particolare nel tratto tra la Prefettura e Piazza Castronovo. Il tratto il questione, al momento è totalmente sprovvisto di stalli per il parcheggio e/o la sosta di autovetture e ciclomotori. L’attuale corsia preferenziale, a causa della presenza degli alberi, è inadeguata ed inefficace. “Con l’arrivo della linea Shuttle la Polizia Municipale- rimarca il consigliere Rizzo- è impegnata ad elevare contravvenzioni a chiunque sosti, anche per brevissimo lasso temporale, dinanzi agli esercizi commerciali, nonchè ai ciclomotori parcati sul marciapiede per l’inesistenza di appositi stalli.

“Tale intensa attività repressiva, assolutamente legittima– osserva il consigliere comunale – tuttavia lede gli interessi economici dei commercianti della zona, in quanto rende di fatto impossibile la sosta ai loro clienti in quanto, come detto, non esistono spazi riservati alla sosta, con gravi ripercussioni per gli operatori di un settore già afflitto da una crisi endemica del commercio”.

“La soluzione – propone Rizzo – potrebbe essere quelle di prevedere degli stalli per la sosta breve delle auto in quanto sarebbero idonei a regolamentare la sosta stessa, non interferire sulla circolazione stradale e tutelare i legittimi interessi dei commercianti la tipologia di una larga maggioranza degli esercizi commerciali presenti nella citata strada è destinata ad utenti cosiddetti di passaggio, i quali hanno necessità di parcheggiare l’auto per un tempo brevissimo sufficiente per acquisti rapidi. In tal modo, sarebbero soddisfatte le esigenze degli utenti e dei commercianti, nonché il transito scorrevole degli autobus, ed il tutto nell’assoluto rispetto della normativa vigente prevista dal codice della strada. Inoltre – propone Rizzo – sarebbe possibile realizzare le corsie preferenziali alla sinistra di ogni carreggiata, rendendole promiscue al passaggio contemporaneo di mezzi pubblici e privati, cosi consentendo ai primi una più rapida circolazione”.