Emergenza rifiuti a Messina, città infestata dai ratti e dalla puzza. Laimo: “Incredibile pagare la Tari e vivere così”

Messina invasa dai rifiuti, Laimo: “Rischio igienico sanitario e ambientale elevatissimo. Marciapiedi impraticabili”

Nonostante da due giorni si è messa in moto la macchina per riportare ad uno stato di decoro le vie cittadine, tante purtroppo sono le zone di Messina totalmente invase da immondizia.
A lanciare il grido d’allarme è il consigliere della quinta circoscrizione Franco Laimo: “troppe zone residenziali sono ancora in condizioni pessime, cumuli e cumuli di spazzatura invadono i marciapiedi e non permettono nemmeno il transito pedonale; inoltre- prosegue Laimo– il rischio igienico sanitario ed ambientale è elevatissimo: da queste montagne di immondizia si sprigionano odori nauseabondi ed in diverse zone i ratti pullulano in mezzo all’immondizia.
Occorre immediatamente rimuovere l’immondizia e procedere ad una totale sanificazione di cassonetti e marciapiedi.
Tante le zone appunto lasciate ancora al totale abbandono: Viale Regina Elena e Margherita, Via Palermo, Viale Giostra, Viale Annunziata comprese le contrade), Villaggio Matteotti, Viale della Libertà, San Michele, ove in quest’ultimo luogo le forti piogge degli ultimi giorni, hanno fatto sì che immondizia e sporcizia di ogni in genere ha invaso addirittura le carreggiate di marcia. Paradossale dunque pagare una percentuale di Tari così elevata ed avere poi questi risultati”.
Laimo si auspica un immediato intervento di pulizia e santificazione delle aree interessate.