Maltempo, strage in Sicilia. Situazione critica in tutta la penisola, Conte: “Risorse adeguate per fronteggiare l’emergenza”

LaPresse/Guglielmo Mangiapane

Il premier Conte oggi in Sicilia, tante regioni d’Italia flagellate dal maltempo: “Stanzieremo somme adeguate gia’ per i primi interventi”

 

Visita questa mattina a Palermo del premier Conte dopo la terribile alluvione che ha causato decine di vittime.  Conte ha assicurato che il Governo effettuerà un’attenta ricognizione sul piano contabile per mettere subito a disposizione le risorse per gli interventi. Intanto ha già sentito telefonicamente il governatore Musumeci, che ha convocato un riunione straordinaria a Palermo e ha già chiesto al premier lo stato di emergenza per l’isola. Il governatore incontrerà il premier a Roma.  “Le risorse- ha detto Conte a Palermo- andranno integrate sicuramente: saranno sufficienti ad avviare le opere di pronto intervento e per ripristinare le condizioni anche del sistema viario molto compromesso, ma queste risolte non permetteranno di completare tutti gli interventi e quindi andranno successivamente integrate. Le richieste – aggiunge – ci sono pervenute adesso, le stiamo esaminando tutte e sicuramente la settimana prossima avremo un Consiglio dei ministri. In verita’ non era previsto, ma se necessario lo faremo straordinario per venire incontro a queste richieste di stato d’emergenza. Stanzieremo somme adeguate gia’ per i primi interventi“. Oltre alla Sicilia, le regioni più martoriate dal maltempo sono Calabria, Sardegna, Veneto e le province autonome di Trento e Bolzano. Alla lista si aggiungono Friuli Venezia Giulia, Liguria e Lazio.