Maltempo in Sicilia, fango negli invasi: a Palermo erogazione idrica ridotta e scuole chiuse

La Regione ha comunicato al Comune di Palermo di aver terminato lo svasamento del fango dagli invasi, ma passeranno ancora giorni prima che l’erogazione idrica torni regolare

Ancora disagi a Palermo per la crisi idrica. Visto il protrarsi dell’emergenza la scuole sono rimaste chiuse. Intanto la Regione ha informato il Comune e l’Amap di aver terminato lo svasamento del fango dagli invasi di Rosamarina e Poma: occorreranno circa tre ore prima che l’Ampa effettui i prelievi dell’acqua dai bacini e per capire se l’acqua una volta tornata in circolo sia potabile. Nei prossimi tre giorni in città l’erogazione idrica verrà garantita in forma ridotta. Al momento l’acqua che fuoriesce dai rubinetti delle case è potabile, perchè proviene da sorgenti non invase dal fango trasportato dal maltempo.