Trasporti sullo Stretto e vertenza Liberty Lines, Bucalo (FdI): “Di Maio dimostri di voler salvare i posti di lavoro”

La deputata messinese insieme al collega Rizzetto ha presentato un’interrogazione in commissione: “la vertenza che interessa i lavoratori dei mezzi veloci  Liberty Lines, sta passando inosservata”

“Il Ministro Luigi Di Maio dimostri con i fatti che il suo compito principale è davvero quello di salvare posti di lavoro. A Messina e Reggio Calabria la vertenza che interessa i lavoratori dei mezzi veloci ex Ustica Lines SpA ora Liberty Lines, sta passando inosservata”. È quanto ha dichiarato dell’On. messinese Ella Bucalo, componente dell’XI^ Commissione lavoro pubblico e privato. “Oltre 80 persone rischiano di perdere il posto di lavoro, poiché dal 1 ottobre 2018 il collegamento marittimo è stato interrotto sebbene nel contratto stipulato nel 2015, era presente una clausola di rinnovo per una volta e per la durata di 12 mesi e un eventuale rinnovo successivo, subordinato alla disponibilità delle risorse finanziarie. Alla scadenza però, il ministero senza pubblicare un nuovo bando, ha affidato alla Blueferries controllata di Rfi, la prosecuzione del servizio. Insieme al collega Walter Rizzetto – conclude la deputata di Barcellona Pozzo di Gotto – abbiamo presentato una interrogazione con risposta in commissione, nella quale chiediamo al Ministro se non ritenga opportuno intervenire per scongiurare il licenziamento di queste persone. Come gruppo di Fratelli d’Italia, ancora una volta siamo concretamente dalla parte dei lavoratori: alziamo oggi la voce, teniamo accesi i riflettori per evitare l’ennesima beffa ai danni del già tanto bistrattato meridione”.