Lampedusa isolata, Falcone: “Governo centrale acceleri per l’acquisto di nuovi mezzi”

Lampedusa isolata, Falcone: “Il Governo nazionale acceleri sulla gara per l’acquisto di nuove imbarcazioni”

 

Il grido di dolore arrivato dal sindaco di Lampedusa Totò Martello ripropone con forza l’esigenza già lanciata dal Governo Musumeci di rinnovare il naviglio a disposizione dei collegamenti da e per le isole minori“. L’assessore regionale a Infrastrutture e Mobilità, Marco Falcone, raccoglie così l’appello venuto ieri dalle Isole Pelagie, rimaste isolate da giorni a causa dell’ondata di maltempo in Sicilia ma anche, come rimarcato dal primo cittadino Martello, per l’inadeguatezza delle imbarcazioni destinate ai collegamenti con Porto Empedocle. 

Sei mesi fa – ricorda l’assessore Falcone – abbiamo ottenuto un finanziamento da 73 milioni e 500mila euro per l’acquisto di due aliscafi e due navi di moderna concezione. I progetti necessari sono stati inviati al Comando generale delle Capitanerie di Porto, l’ente che deve anche occuparsi di mandarli a gara”.

Per porre dunque rimedio all’ennesima ferita per la continuità territoriale siciliana, urge un intervento da Roma. “Auspichiamo che al più presto – rilancia Falcone – il Governo nazionale acceleri sull’acquisto di nuove imbarcazioni. Con un naviglio tecnologicamente appropriato sarebbe possibile scongiurare i disagi agli abitanti, già abbastanza penalizzati dalla collocazione geografica, delle isole minori”.