Messina, a Natale niente isola pedonale in via dei Mille. La Fauci punta il dito contro gli assessori: “Ennesimo schiaffo alla città”

No della giunta De Luca all’isola in via dei Mille durante il periodo natalizio, il consigliere di OraMessina: “Scelta che va contro il bene dei cittadini”

“Una decisione senza logica e che ci lascia sconvolti. La mancata autorizzazione da parte dell’amministrazione per la creazione, ormai tradizionale, dell’isola pedonale natalizia in via dei Mille, e traverse limitrofe, rappresenta l’ennesimo schiaffo alla vivibilità della città di Messina“- è il commento del consigliere comunale di OraMessina La Fauci. A stupire il consigliere sono, soprattutto, le motivazioni con cui la Giunta prova a giustificare questa scelta. Le presunta perdita di introiti, dovuta al mancato utilizzo degli stalli a pagamento, non è una motivazione plausibile soprattutto in una zona della città dove sono presenti soltanto parcheggi a pagamento. Non possiamo – continua – accettare che venga posto il mero guadagno contro la possibilità di momenti di condivisione sociale. Ancora una volta – attacca – viene usata la questione viabilità come ostacolo alla formazione di tratti pedonali. L’arteria in questione, però, oltre a essere ormai luogo di incontro tradizionale nel periodo di festa, non rappresenta uno sfogo fondamentale per il traffico. La via dei Mille non può e non deve essere considerata come una mera alternativa di viabilità: in tante città italiane esistono isole pedonali permanenti, in tantissime invece vengono autorizzate quelle temporanee nei weekend o nei periodi festivi, proprio come stimoli ai cittadini per vivere al meglio la propria città. Non è consentito a nessuna amministrazione – insiste La Fauci  – di barattare la vivibilità con un presunto guadagno e, peggio ancora, con un banale bisogno di decongestionare il possibile traffico di mezzi. Un’amministrazione che da mesi avvilisce Messina con una gestione dei trasporti pubblici al limite del sopportabile, adesso sembra arrendersi all’invasione delle automobili nel cuore del centro città anche in periodo natalizio. Forse il primo passo verso una resa definitiva sul tema trasporti pubblici? Sicuramente quello che non è accettabile – conclude – è trasformare l’opportunità dell’isola pedonale in un ostacolo alla viabilità o in un disagio per gli automobilisti. Non si può pensare di risolvere l’eventuale problema del traffico cittadino eliminando una strada pedonale, come voler contenere la diga con un dito”.