Terremoto Sicilia, forte scossa a Catania: in corso le verifiche dei vigili del fuoco

Catania: il terremoto è stato registrato alle 02:34, e l’epicentro è stato localizzato nel comune di Santa Maria di Licodia

In corso in provincia di Catania una serie di verifiche da parte dei vigili del fuoco per valutare i danni causati dalla scossa di terremoto verificatasi nella notte: “Nessuna richiesta di soccorso è giunta alle sale operative“, spiegano i pompieri, ma le verifiche sono partite all’alba soprattutto sugli edifici storici.
Il terremoto magnitudo 4.8 è stato registrato alle 02:34 (seguito poco dopo da un evento magnitudo 2.5) e l’epicentro è stato localizzato nel comune di Santa Maria di Licodia a una profondità di 9 km ma la scossa è stata avvertita in tutta la Sicilia Orientale e ha gettato nel panico le popolazioni del Catanese.

L’evento – ha spiegato l’Ingv – ha avuto una vasta area di risentimento, come dimostra la mappa delle segnalazioni arrivate attraverso il questionario macrosismico online di ‘Hai Sentito Il Terremoto’“.
Il terremoto è avvenuto in una zona ad alta pericolosità sismica, interessata sia dalla sismicità legata all’attività del vulcano Etna sia da eventi di origine tettonica che possono raggiungere magnitudo elevata, come nel caso del 1818 quando si ebbe un evento di magnitudo pari a 6.3.