Terremoto e tsunami in Indonesia: 1.763 morti e migliaia di dispersi

Indonesia: non è possibile al momento conoscere il numero esatto di dispersi considerando che le aree colpite sono invase da fango e rottami

Palu, in Indonesia, almeno 5mila persone risultano ancora disperse nelle zone più colpite dal terremoto e dallo tsunami del 28 settembre, mentre il bilancio delle vittime è salito a 1.763.
L’agenzia per i disastrati ha spiegato che la cifra relativa alle persone che mancano all’appello si basa su stime fornite dai governatori locali delle zone di Petobo e Balaroa, dove interi quartieri sono stati rasi al suolo. “In base alle nostre informazioni ci sono circa 5.000 persone scomparse a Petobo“, è stato spiegato nel corso di una conferenza stampa. Petobo ha subito una liquefazione del suolo, un fenomeno che si verifica quando un forte sisma colpisce un suolo poco solido e con ampie fosse d’acqua, facendo cedere il terreno che a quel punto libera una grande quantità di acqua e trascina via gli edifici. Finora le autorità avevano ipotizzato che il numero dei dispersi fosse di alcune centinaia. Le ricerche termineranno giovedì.