Reggio Calabria: “primo intervento dell’ANAS sulla SS106 a Bocale, ma le manovre pericolose continuano” [FOTO]

/

La nota di Vincenzo CREA Referente unico dell’A.N.CA.DI.C Responsabile del Comitato spontaneo “Torrente Oliveto” sul pericolo della SS106

“Facciamo seguito alla segnalazione/richiesta dello scorso 7 ottobre per rappresentare che sebbene l’ANAS lo scorso 10 ottobre abbia provveduto a munire il tratto di strada statale in questione di striscia continua di mezzeria, prosegue il via vai di veicoli anche pesanti che effettuato pericolose manovre di deviazione e immissione sulla Ss 106, anche col buio”. Lo afferma in una nota Vincenzo CREA Referente unico dell’A.N.CA.DI.C Responsabile del Comitato spontaneo “Torrente Oliveto”.

“Sebbene queste violazioni sono imputabili a comportamenti trasgressivi delle norme del codice della strada da parte dell’uomo, è necessario che le Istituzioni intervengano con adeguati provvedimenti per evitare queste trasgressioni e garantire maggiore sicurezza stradale”.
“Tenuto conto che la messa in sicurezza dell’arteria stradale richiede tempi non brevi, fermo restando che l’ANAS sicuramente starà valutando le adeguate iniziative da intraprendere a tutela della circolazione stradale e per dare la possibilità agli abitanti del popoloso abitato a monte della 106 di raggiungere le loro case in sicurezza, si insiste nel richiedere la chiusura dell’accesso alla sottostante strada “Traversa privata Dascola che si affaccia sulla 106, pubblica o privata che sia, e si suggerisce di installare momentaneamente, se consentito dalle norme di legge, in attesa delle soluzioni definitive delle telecamere ben pubblicizzate con vistosa segnaletica che potrebbe rivelarsi un deterrente e dissuadere gli automobilisti di effettuare tali manovre pericolose”.
“Quello dello scorso 7 ottobre è stato un incidente molto grave, da subito le condizioni di salute del motociclista ventiduenne che ha subito il sinistro stradale sono apparse gravissime e sebbene siano leggermente migliorate dopo un primo intervento chirurgico, cui ne ha fatto seguito un altro nel pomeriggio di ieri le condizioni di salute per quanto si è saputo rimangono molto serie. Si producono otto foto scattate nella mattinata odierna dalle quali ben si vedono alcune pericolose manovre effettuate nell’arco temporale di circa dieci minuti. Si precisa che nelle foto per un effetto ottico la striscia continua di mezzeria sembrerebbe in alcuni tratti discontinua, in realtà in quel tratto oggi è continua”.