Reggio Calabria, continua la protesta del Coolap: giovedì previsto un incontro presso la sede dell’Asp

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Reggio Calabria: si è tenuto nella giornata di lunedì il sit-in del coordinamento dei lavoratori psichiatrici davanti la sede dell’Asp, giovedì previsto un nuovo incontro alla presenza dell’ingegner Scura

“Il COOLAP (coordinamento lavoratori psichiatrici) fa sapere che nella giornata di lunedì si è tenuto il sit-in di protesta nei confronti dell’Asp di Reggio Calabria, situata presso la sede sita in via Diana”. Lo afferma in una nota il COOLAP.

“I lavoratori sono stati ascoltati dal dottor Misiti (direttore sanitario), il quale non ha potuto fare a meno di constatare e prendere atto del grande disagio e ingiustizia che gli stessi sono costretti a subire con il blocco delle mensilità pregresse. Gli operatori hanno affermato con risolutezza di essere stanchi di fare il capro espiatorio di tutta questa situazione, essendoci il rischio sostanziale di fare uscire duecento lavoratori dal comparto socio-assistenziale, che comporterebbe notevoli disservizi nel settore terziario. La cosa ancor più grave è che, in tutto questo disfacimento, rischierebbero a loro volta di essere danneggiati i pazienti, che potrebbero vedersi negato l’inviolabile diritto alle cure, sempre difeso e sostenuto dagli operatori delle cooperative anche con grosse difficoltà. Si può definire come una vera e propria prevaricazione sociale, che vede i più deboli patire le conseguenze di un sistema farraginoso e incongruente che ha portato negli anni alle conseguenze che oggi si cerca di risolvere. I fantasmi, così definiti operatori e pazienti perché non riconosciuti da chi di competenza, cercano ad alta voce dignità e una maggiore tranquillità, ritenendosi a pieno titolo parte lesa. Le istituzioni e la politica devono al più presto intervenire e interrompere il silenzio assordante mantenuto in modo inspiegabile fino a questo momento, capendo che vengono forniti servizi essenziali alla persona e quindi di notevole rilevanza. Il sit-in, dopo le dovute dimostranze, si è concluso con la comune decisione delle parti di rivedersi giovedì 11 ottobre alle 12:30 presso la sede dell’Asp in presenza dell’ingegner Scura (assente lunedì per impegni) con la speranza di risolvere definitivamente la questione”.