Reggio Calabria, Falcomatà: “contrari all’Autorità Portuale dello Stretto”

La nota del sindaco metropolitano di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomata’, rispetto alla proposta di costituzione di un’autorita’ portuale dello Stretto che ingloberebbe Messina, Reggio Calabria e Villa San Giovanni, avanzata dal ministro dei Trasporti e di infrastrutture Danilo Toninelli

La nuova autorita’ portuale dello Stretto rimane un annuncio, un’ipotesi. Non abbiamo letto alcun decreto o bozza rispetto alla nuova formulazione che ci vede contrari per diversi motivi. Dividerebbe in due la citta’ metropolitana e rappresenta un passo indietro rispetto ad un percorso che vedeva, con Gioia Tauro, la nascita della piu’ grande autorita’ portuale del Mediterraneo“. Cosi’ all’agenzia Dire il sindaco metropolitano di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomata’, rispetto alla proposta di costituzione di un’autorita’ portuale dello Stretto che ingloberebbe Messina, Reggio Calabria e Villa San Giovanni, avanzata dal ministro dei Trasporti e di infrastrutture Danilo Toninelli. “Si tratta – continua Falcomata’di un percorso ambizioso che era iniziato e non si puo’ arrestare, il porto di Gioia Tauro verrebbe mortificato dalla divisione in due delle autorita’ portuali. In piu’ avremmo divisione territoriale della Zes (zona economica speciale) che interessa anche il porto di Reggio Calabria“.