Reggio Calabria: la Coldiretti effettua sopralluoghi per la verifica dei danni causati dal maltempo

Francesco Mazzitello/LaPresse

La Coldiretti ha effettuato alcuni sopralluoghi nei comuni della Provincia di Reggio Calabria per verificare i danni causati dal maltempo

In seguito agli eventi calamitosi avversi caratterizzati da piogge alluvionali persistenti  verificatesi nei giorni  4-5-6 ottobre  2018  che hanno interessato i territori di tutta la provincia. Gli uffici tecnici della Coldiretti hanno effettuato  sul territorio  sopralluoghi per la verifica  dei danni constatando che gli eventi si sono  manifestati  in quasi tutti i comuni della Provincia di Reggio Calabria. Dalle verifiche  è emerso che le  aziende agricole hanno subito danni strutturali sulle strade poderali e interpoderali, su cunette e muri di sostegno, su edifici rurali,  ma in modo particolare i danni si sono manifestati sulle piante di agrumi  compreso il bergamotto, ulivo, fruttiferi ed ortaggi, ovviamente anche sui frutti pendenti di dette colture. In alcune aree sono tracimati torrenti distruggendo interi appezzamenti di terreno agricolo e le colture in atto. Numerose frane hanno interessato le aree agricole, con rischi anche per l’incolumità pubblica.

Il danno ha interessato anche la viabilità di molte strade provinciali e comunali, in molte di queste per una normale circolazione veicolare sono necessari interventi urgenti. Nella Locride oltre alle piogge, anche venti impetuosi hanno ulteriormente aggravato la già precaria situazione, a Siderno e comuni limitrofi i venti sono stati particolarmente intensi. La Coldiretti ha invitato gli uffici tecnici della  Città Metropolitana di Reggio Calabria ad avviare le procedure di ispezione e controllo per la stima dei danni alle imprese agricole, al fine del riconoscimento dello stato di calamità naturale. La Coldiretti inoltre con ulteriore missiva, ha invitato i sindaci a verificare i danni e richiedere i sopralluoghi della stessa Città Metropolitana.