Pioggia di stelle di Calabria alla IV edizione di “Women for Women against violence”

  • Foto di Cardea Maria Antonietta
    Foto di Cardea Maria Antonietta
  • Foto di Cardea Maria Antonietta
    Foto di Cardea Maria Antonietta
  • Foto di Cardea Maria Antonietta
    Foto di Cardea Maria Antonietta
  • Foto di Cardea Maria Antonietta
    Foto di Cardea Maria Antonietta
  • Foto di Cardea Maria Antonietta
    Foto di Cardea Maria Antonietta
  • Foto di Cardea Maria Antonietta
    Foto di Cardea Maria Antonietta
/

Un evento pensato da donne per le donne contro la violenza che le colpisce lasciando i segni nell’anima e nel corpo

La violenza sulle donne non è solo fisica, le colpisce nel corpo, ma anche nell’anima e lascia segni indelebili. Sia la violenza di un uomo che quella del tumore lasciano cicatrici indelebili. Ecco cosa le accomuna. Poi c’è un terzo fattore: il cuore, perché l’uomo che le colpisce è quasi sempre quello dice di amarle, ed è al cuore che arriva il tumore. “Women for Women against violence – PREMIO Camomilla (che s’ispira alle straordinarie virtù terapeutiche della pianta), scultura realizzata magistralmente dal maestro orafo Michele Affidato, partner sin dalla prima edizione, è un evento che sostiene il contrasto alla violenza domestica e le donne che lottano contro il tumore al seno. La kermesse, promossa dall’Associazione Consorzio Umanitas Onlus, è stata ideata ed organizzata dalla sua Presidente, la calabrese Donatella Gimigliano, in collaborazione con Avs e Madema, si è svolta al The Church Village di Roma ed è stata presentata da Milena Miconi con la partecipazione straordinaria di Barbara De Rossi regalando autentiche emozioni con standing ovation del pubblico presente. Le associazioni beneficiarie sono state Salvamamme per la Valigia di Salvataggio che, in partnership con la Regione Lazio, vuole rispondere alle richieste delle tante donne in fuga vittime di violenza, e la LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) che opera sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica ed ha come compito istituzionale primario la prevenzione oncologica. Ed è stata una straordinaria degustazione delle eccellenze di Calabria, generosamente offerta dalle aziende Borgo dei Vinci, Dedoni, N’Duja San Donato e Vecchio Magazzino Doganale ad accogliere gli ospiti durante la preview della mostra della fotografa Silvia Amodio “Io ero, sono, sarò: donne, prima, durante e dopo il tumore al seno”. Durante la serata, che vanta un coordinamento autoriale e di regia di autorevoli firme come Luca Alcini, Alessandro Carrieri, Luca Gregori e Luca Dresda, è stato assegnato il “PREMIO Camomilla” ad una selezione di personaggi che si sono distinti per il loro impegno nel sociale e nelle campagne di sensibilizzazione sui due temi. Tra i premiati di questa edizione anche la calabrese Katia Villirillo, colpita da un drammatico episodio di violenza che le ha portato via il giovane figlio di appena 18 anni, Giuseppe Parretta. Il riconoscimento le è stato consegnato dall’assessore al Welfare e Politiche Sociali della Regione Calabria, Angela Robbe, che ha manifestato tutta la sua solidarietà e la volontà di sostenere in maniera più concreta le associazioni antiviolenza. Tra i premiati anche autorevoli personaggi come Carolyn Smith, Martina Colombari (testimonial della campagna Women for Haiti per la Fondazione Rava e #unrossoallaviolenza di Lega Serie A, Assocalciatori e We Women onlus), presente con Billy Costacurta, Debora Diodati (Presidente Croce Rossa di Roma), Arma dei Carabinieri (ha ritirato il riconoscimento il Generale Andrea Rispoli, Comandante Legione Carabinieri Lazio), Cristiana Mainardi per il film “Nome di Donna” di M. Tullio Giordana, Francesco Schittulli (Presidente LILT – Lega Italiana Lotta contro i Tumori), Matilde D’Errico (per i programmi Amore Criminale e Sopravvissute –  Rai3), Claudio Brachino, Direttore Videonews Mediaset per la trasmissione di Rete Quattro “Terzo Indizio”,  Andrea Febo, Francesco Montanari, protagonista con Antonia Liskova del corto “La notte prima” di Annamaria Liguori, Alessandra Laganà, Valentina Pitzalis e Leonardo Bocci. Ricco il parterre degli ospiti, a partire dai calabresi Patrizia Mirigliani, patron di Miss Italia, Pino Soriero (Presidente Accademia di Belle Arti di catanzaro), Vitaliano De Salazar, Direttore Generale dell’Asl Roma 3, la titolare dell’omonimo studio legale, avv. Elena Iembo, e ancora Flavio Insinna, Nathalie Guetta, Edoardo Siravo, Andrea Roncato, Roberto Fabbricini (Commissario FIGC e Direttore Generale CONI), il vice commissario FIGC, Billy Costacurta, Ivana Ciabatti (Presidente Italpreziosi e Confindustria Federorafi), Laura Delli Colli (Presidente Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani), la patron di Miss Italia, Claudio Guerrini, Claudia Conte, Ruggero Alcanterini, Presidente del CNIFP (Comitato nazionale Italiano Fair Play),  Andrea Petrangeli, general manager di Banca Generali, Vincenzo Manfredi di Softlab, gli assessori Lorenza Bonaccosi (Assessore al Turismo e Pari Opportunità Regione Lazio). L’evento è Patrocinato dalla Rai, Ministero della Salute, Regione Lazio e FERPi.