Opere pubbliche: Barcellona Pozzo di Gotto tra i comuni più virtuosi in materia di programmazione

Barcellona Pozzo di Gotto tra i comuni più efficienti in Sicilia in materia di programma delle opere pubbliche

“E’ avvenuta appena un paio di mesi addietro l’approvazione del programma triennale dei lavori pubblici 2018/2020 – deliberazione del Consiglio Comunale n. 18 del 12 luglio di quest’anno – il programma che disegna il futuro prossimo venturo della Città. Un momento di riflessione, dunque, sui progetti e sugli interventi da realizzare é utile per meglio avere la dimensione della città che verrà.  Per diverso aspetto, poi, i dati relativi ai progetti approntati e ai finanziamenti assegnati o già ricevuti nel corso del triennio dall’insediamento di questa Amministrazione dicono chiaramente che il Comune di Barcellona Pozzo di Gotto é tra i più virtuosi ed efficienti nel panorama degli enti territoriali per capacità di programmazione! Sorvoliamo sui lavori già avviati per l’ampliamento del cimitero di Zigari, come anche sulla ricostruzione del ponte di Calderà, il cui cantiere é ormai prossimo all’avvio, per concentrare l’attenzione sulle cose da fare. Sono interventi che spaziano dalle reti di servizio agli edifici scolastici e agli asili nido, o agli impianti sportivi, senza trascurare la manutenzione del territorio o l’edilizia popolare.Qualche esempio di quest’approccio lo individuiamo immediatamente nei lavori di manutenzione straordinaria del corpo palestra dell’istituto “Bastiano Genovese” di via Immacolata (€ 150.000 ca.) o nei lavori di rifacimento di tratti di fognatura nelle saie Bizzarro e Saettone a valle della S.S. 113 (€ 500.000 ca.) o, ancora, in quelli di manutenzione straordinaria dell’asilo nido Panteini (€ 70.000 ca.). Sono già in corso, poi, i lavori di ristrutturazione dell’impianto di atletica leggera e dei locali spogliatoio della Stadio Comunale “D’Alcontres-Barone” per una spesa di circa 700.000 euro. Nell’elenco annuale 2018 ci sono ancora – già finanziati a valere su fondi U.E. – numerosi altri progetti per un importo complessivo di diversi milioni di euro:

  • la riqualificazione degli alloggi popolari di Via Gianani (il bando é già pubblicato), per un importo di € 2.050.000,
  • la copertura del Campo Polivalente di C.da Manno, per € 585.000, che segna la chiusura definitiva di una vicenda decennale,
  • la riqualificazione del Centro Giovanile Cairoli, per € 599.000,
  • l’efficientamento energetico dei plessi scolastici di Via Villa e “Luigi Capuana”, rispettivamente per € 607.000 ed € 843.000,
  • la riqualificazione urbana del quartiere di Fondaconuovo, per € 865.000,
  • il completamento del piano terra dell’edificio scolastico “Destra Longano”, per € 640.000,
  • i “Lavori di ampliamento e ristrutturazione della rete idrica comunale (Secondo stralcio per la ricostruzione/sostituzione della condotta idrica dal Pozzo Due Mulini fino al rilancio esistente lungo la S.P. 81)”, proprio recentemente ammessi a finanziamento da parte della Regione per l’intero importo di € 581.000.

Inserite nelle altre annualità del piano dei lavori pubblici e a loro volta ammesse a finanziamento nei diversi programmi U.E., dello Stato e/o della Regione ci sono altre opere per circa trenta milioni di euro, per le quali, dunque, si attendono i provvedimenti definitivi di assegnazione delle risorse per potere procedere con le gare.

Sono misure d’investimento e finanziamenti ricevuti non per casualità, ma che derivano da un’azione amministrativa attenta ai bisogni e alle opportunità e da una elevata capacità di programmazione e progettazione.

Questi risultati consegnano alla città la cifra del lavoro condotto dall’Ufficio Europa del Comune, brillantemente diretto dall’Arch. Salvatore Fazio, che ha saputo rispondere efficacemente agli indirizzi forniti dall’Amministrazione, traducendoli in progettazione utile ad attingere alle risorse messe a disposizione dalla U.E., come anche dallo Stato e dalla Regione

Per dare un’idea più puntuale di “quanto” produca l’Ufficio Europa, basti dire che nella sola cornice del Piano Triennale per l’Edilizia Scolastica 2018-2020, di cui al D.D.G. n. 3484/Istr. dell’Assessorato regionale dell’Istruzione e della Formazione professionale sono inseriti tutti i progetti elencati a seguire:

  • Lavori di completamento della scuola di Via Militi, per € 1.023.000,00,
  • Lavori di manutenzione straordinaria della scuola elementare “Capuana” di via degli Studi (I.C. “L. Capuana”), per € 1.600.000,00,
  • Lavori di manutenzione straordinaria e adeguamento impianti della scuola media “C. S. D’Alcontres” (I.C. D’Alcontres), per € 1.700.000,00,
  • Lavori di manutenzione straordinaria e adeguamento impianti della scuola primaria di Via Milite Ignoto in C.da Calderà (I.C. D’Alcontres), per € 800.000,00,
  • Lavori di manutenzione straordinaria e adeguamento impianti della scuola primaria di Via Salita del Carmine (I.C. “N. P. Balotta), per € 1.600.000,00
  • Lavori di manutenzione straordinaria della scuola elementare Acquacalda, per € 800.000,00,
  • Lavori di manutenzione straordinaria della scuola elementare di Via Meucci-Portosalvo, per € 1.350.000,00,
  • Lavori di manutenzione straordinaria della scuola Nasari, Via Milano, per € 800.000,00,
  • Lavori di manutenzione straordinaria della scuola materna “Girasole”, per € 800.000,00,
  • Lavori di manutenzione straordinaria della scuola materna di Via Alcantara, per € 800.000,00,

peraltro con il primo dei progetti indicati – per intenderci, quello relativo ai “Lavori di completamento della scuola di Via Militi” – di livello esecutivo, dunque immediatamente cantierabile.

                Non solo, ma ci sono altri tre progetti inseriti nel precedente piano triennale dell’edilizia scolastica:

  • “Lavori di manutenzione straordinaria del plesso di via Villa”, per € 1.179.000,00,
  • “Lavori di manutenzione straordinaria dell’edificio scolastico in c.da S. Andrea, Via E. Majorana”, per € 1.119.000,00,
  • “Lavori di manutenzione straordinaria della scuola elementare di Via Militi”, per € 740.000,00.

                Posto che il tema dell’edilizia scolastica è di estrema attualità, per continuare con esso ricordiamo che sono ben 16 i progetti del Comune di Barcellona Pozzo di Gotto – che riguardano altrettanti edifici scolastici – inseriti nella graduatoria del Decreto del Ministero dell’Istruzione n. 363 del 18.07.2018 per l’assegnazione di finanziamenti destinati all’esecuzione d’interventi di mitigazione della vulnerabilità sismica.

                Né l’elenco finisce qui, giacché nelle assegnazioni disposte con Decreto n. 57 del 25.07.2018 del Dipartimento Regionale per l’Energia hanno trovato finanziamento altre due misure destinate alla riqualificazione di altrettanti edifici scolastici e già menzionate con riguardo all’elenco annuale 2018 del programma dei lavori pubblici 2018-2020, in quanto muniti di progettazione di livello esecutivo:

  • “Intervento per il risparmio energetico e sostenibilità ambientale attraverso il miglioramento tecnologico presso istituto comprensivo Capuana”, per € 843.624,70,
  • “Intervento per efficientamento e riduzione dei consumi energetici con uso di fonti rinnovabili per la scuola elementare via Villa”, per altri € 607.033,45.

Ma i bisogni della Città ovviamente non sono monotematici, per cui un’attenta azione amministrativa é chiamata a confrontarsi con altre esigenze, anche in un’ottica di medio periodo.

Per dire, allora, dell’attenzione rivolta al tema della tutela dell’ambiente e della prevenzione del dissesto e del rischio idrogeologico – tema certamente non secondario, sia perché riguarda profili di estrema importanza in un territorio, quale il nostro, fragile e già vulnerato sia perché l’adozione di misure efficaci presuppone interventi di ampio respiro e sovente di notevole dimensione economica – è d’obbligo richiamare due grossi interventi proiettati, appunto, in un arco temporale di medio periodo:

  • il “Progetto per i lavori urgenti di sistemazione delle saie Riti, Bizzarro, Acquacalda e Cappuccini” , la cui previsione di spesa ammonta complessivamente ad € 500.000,00, e che ha già ottenuto il finanziamento per la progettazione esecutiva  per un importo di € 228.2290,00,
  • e il “Progetto per lavori di difesa del litorale, nel tratto tra il torrente Termini e il torrente Longano” , la cui previsione di spesa ammonta complessivamente ad € 7.450.000,00, che ha ottenuto il finanziamento per la progettazione esecutiva  per un importo di € 342.357,30.

Entrambe le misure hanno attinto al Fondo per la progettazione degli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico istituito presso il Ministero dell’Ambiente dall’articolo 55 della L. 28.12.2015 n. 221.

Nello stesso settore d’intervento si segnalano, ancora, i “Lavori di consolidamento di C.da Carmine”, per € 800.000,00, la cui gara é già stata espletata, e che una volta realizzati metteranno la parola fine ad un disagio che permane ormai da troppo tempo.

L’enumerazione delle misure programmate– in relazione ai diversi livelli di progettazione e/o di esecuzione – potrebbe certamente continuare ancora e riferire di altri risultati concreti della complessiva azione propulsiva dell’Amministrazione, del costante impegno degli assessori e dell’attività degli uffici, ma per non dilungarsi oltre misura è opportuno fermarsi qui“- è quanto dichiara in una nota l’Amministrazione di Barcellona Pozzo di Gotto.