‘Ndrangheta, continua la “stretta” sulla Cosca Alvaro di Reggio Calabria: trovate armi nascoste sotto le reti per le olive, un altro arresto [NOME, FOTO e DETTAGLI]

/

I Carabinieri della Stazione di Sant’Eufemia d’Aspromonte hanno arrestato un uomo dopo aver rinvenuto un arsenale

Nella serata di venerdì i Carabinieri della Stazione di Sant’Eufemia d’Aspromonte, in collaborazione con quelli dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Calabria”, nell’ambito di servizi di controllo del territorio finalizzati al contrasto della diffusione di armi illecitamente detenute, hanno arrestato Giuseppe Alvaro cl ’56 di Sant’Eufemia d’Aspromonte.
I militari dell’Arma, hanno rinvenuto ben occultati in un capanno in uso all’ ALVARO, un fucile con matricola punzonata e numerose munizioni per fucile e pistola che erano state abilmente occultate sotto le reti per la raccolta delle olive, al fine di renderne difficile il ritrovamento.

L’arsenale è stato scoperto nell’ambito dei servizi volti alla ricerca di armi nei territori ove più forte è la presenza della cosca ALVARO, recentemente colpita dall’operazione “IRIS” del Comando Provinciale Carabinieri di Reggio Calabria e fortemente radicata nelle località aspromontane circostanti Sinopoli.
Le armi e le munizioni, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sono state sequestrate al fine di essere successivamente sottoposte ad approfondite analisi tecniche del caso e l’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato posto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione.