Lega: nasce il gruppo Giovani Sicilia Orientale [DETTAGLI]

Lega: i giovani della province di Messina, Catania e Siracusa, insieme al vertice nazionale dei giovani, hanno costituito il Gruppo giovanile della Sicilia orientale

I ragazzi, da tutte le provincie Nord Est dell’Isola, si incontreranno venerdì 5 ottobre con il coordinatore nazionale e i responsabili regionali e universitario del movimento ‘young’.

Venerdì, 5 ottobre, alle 17.30 al Filenz di via Dusmet, zona Porto di Catania, si svolgerà un incontro di presentazione del gruppo Giovani della Lega – Sicilia orientale. Alla riunione parteciperà il coordinatore nazionale del giovanile, l’onorevole Andrea Crippa e altri parlamentari, Luca Toccalini (coordinatore Giovani Lega Lombardia); Riccardo Marchetti (coordinatore Giovani Lega Umbria) e Alessandro Verri (coordinatore nazionale Lega Università). L’evento si svolge a poche settimane dall’incontro a Roma, che i giovani simpatizzanti del partito di Salvini hanno avuto con il coordinatore Crippa. Alla fine della riunione i ragazzi provenienti dalle province di Messina, Catania e Siracusa, insieme al vertice nazionale dei giovani, hanno costituito il Gruppo giovanile della Sicilia orientale.

La delegazione – si legge in una nota del partito – ha esposto all’onorevole alcuni dei temi urgenti che riguardano la condizione dei giovani al Sud e, in particolare, in Sicilia, alla luce dei numeri emersi nell’ultimo rapporto Svimez (Associazione per lo sviluppo dell’industria nel Mezzogiorno) che registra meno 1 milione di giovani al Meridione, tra il 15 e i 34 anni, costretti a lasciare il Sud Italia in cerca di prospettive per il futuro e di maggiori opportunità di lavoro.

“Senza la dovuta attenzione alle tematiche giovanili – prosegue la nota – il trend non si inverte, anzi è destinato drammaticamente ad aumentare”. Intento del movimento giovanile del salviniani nell’Isola “è quello di costruire un gruppo che possa fungere da spinta per sensibilizzare e porre l’attenzione su tutte quelle tematiche necessarie e vitali per lo sviluppo e il progresso del nostro territorio, marcando su due direttrici fondamentali: l’innovazione tecnologica e la formazione della futura classe dirigente. Due linee essenziali per il rilancio della Sicilia e per dare nuove speranza ai giovani siciliani”.