Reggio Calabria: torna in città la “Mediterranean Cup”

Dal 31 Ottobre al 4 Novembre torna a Reggio la “Mediterranean Cup” giunta alla 34 edizione e fiore all’occhiello del Circolo Velico Reggio

Dal 31 Ottobre al 4 Novembre torna a Reggio la “Mediterranean Cup” giunta alla 34 edizione e fiore all’occhiello del Circolo Velico Reggio. La regata internazionale che interessa la classe OPTIMIST, quest’anno sarà affiancata da un’altra classe della vela giovanile l’O’PEN BIC e che farà così del Meeting, il centro dell’attenzione della Federazione per la promozione    della vela nel mondo dei giovani. Si attendono sulla riva dello Stretto almeno 200 imbarcazioni in un momento in cui la vela è divenuta per la nostra Regione qualcosa di più di una disciplina sportiva che fa volare la Calabria, dando un’immagine sana che va oltre gli stereotipi negativi. La Mediterranean Cup nasce nel 1985, e nel corso di questi trentaquattro anni è divenuta ormai una classica nel calendario nazionale e internazionale della vela giovanile. Una regata che   mette assieme diversi ingredienti come il vento termico, le correnti marine, l’ospitalità, le bellezze naturalistiche in modo semplice e diretto e che propone per una settimana la città dei Bronzi capitale della Vela nel Sud di Italia.  Recentemente, si è anche accennato, nel Convegno organizzato dall’Assessore Regionale allo Sport on.  Gianni Nucera, che la Vela ha interessato, con manifestazioni cospicue, diverse Provincie della Regione e ha dato una mano alla imprenditoria della ricettività e del Turismo. Il Circolo Velico Reggio si propone con la Mediterranean Cup di prolungare la stagione estiva e dimostra come si possa fare bleu economy conciliando lo Sport, l’ambiente, il turismo e l’economia. Quest’anno il Meeting ha un valore in più degli anni trascorsi. Infatti, nel 2019 i Circoli Velici di Reggio Calabria dovranno gestire l’evento della Federazione Italiana Vela più importante dell’anno, il coronamento di un anno di attività e saranno convogliate a Reggio tutte le classi dall’Optimist al Laser ai Kite surf e in circa otto giorni mille imbarcazioni saranno nella nostra città, provenienti da ogni parte del nostro Paese. Mille vele per consacrare la nostra Regione celebrando il mare e le coste senza eguali e far capire che la nostra configurazione territoriale offre opportunità non paragonabili al resto di Italia. Per tale motivo, il 2018 diventa una occasione per provare un campo di regata che nel 2019 sarà il campo su cui si disputerà il campionato italiano. Reggio e il suo Circolo si apprestano a ospitare una quantità di imbarcazioni da tutta Italia e due sono le classi giovanili partecipanti: l’Optimist, che quest’anno ha conquistato con Gradoni il titolo mondiale, e per la prima volta l’O’PEN BIC, una nuova classe giovanile in forte crescita. Per fare questo il Comune di Reggio Calabria concederà il Lido Comunale, 25.000 mila metri di arenile   e diverse attrezzature, in parte obsolete, ma che saranno rivalutate nell’ottica del rilancio della città Metropolitana. Per essere presenti e preparati servono investimenti in strutture collaudate e adeguate ad accogliere eventi sportivi di rilievo e bisogna tener conto che le strutture sportive della vela e dei Kite, è appena il caso di sottolinearlo, sono ubicate nel Demanio Marittimo e sono soggette a concessione demaniale la cui durata è stabilita, per tutti, da una legge nazionale. Sono i bandi regionali sulle attrezzature sportive che devono tener conto della peculiarità dell’offerta mare attraverso la vela. La Calabria deve essere concorrenziale con le altre Regioni che hanno superato i limiti dei bandi per impianti concepiti per campi parrocchiali, scolastici o esclusivamente ludici. I Grandi eventi, e il Campionato Italiano delle classi singole del 2019 della Federazione Italiana Vela, ha ormai assunto un ruolo rilevante nell’ambito delle strategie del marketing territoriale e rappresenta l’occasione per avviare programmi di ammodernamento grazie ad operazioni di rinnovamento urbano. In molti casi un evento ben organizzato e gestito ha modificato radicalmente l’aspetto di una località con tutti i benefici che ne derivano, in particolare per il settore turistico. La Mediterranean Cup che si svolgerà dal 31 Ottobre al 4 Novembre 2018 non è un evento comune, senza originalità, ma ha una ricaduta positiva sul comparto dei consumi turistici e contribuisce ad aumentare la domanda nel settore dei trasporti, del commercio, e delle attività produttive.