Calabria, Coldiretti: “il “SUPERCAA” finalmente parte con l’assegnazione del gasolio agricolo”

Coldiretti: il “SUPERCAA” finalmente parte  in Calabria con l’assegnazione del gasolio agricolo. Molinaro: “si va al CAA e arriva il gasolio in azienda”

Dopo qualche anno anche in Calabria, in attuazione della deliberazione della Giunta Regionale n. 432 del 10-11-2016, si è ottenuta la possibilità di richiedere il gasolio agricolo in modo semplificato.  Questo l’esito della  riunione con il Dirigente Generale del Dipartimento Agricoltura, dott. Giacomo Giovinazzo, il Delegato Regionale all’agricoltura Mauro D’Acri, il responsabile del Servizio Uma, Marcello Scornaienchi, la Responsabile del Servizio Arcea, dott.ssa Rachele Ciconte con la presenza inoltre dei responsabili dell’applicativo Uma Web. Il Dipartimento Agricoltura  ha attivato la possibilità per le aziende agricole di richiedere l’assegnazione del gasolio avvalendosi dei Centri di Assistenza Agricola “SUPERCAA”, la vera casa della semplificazione amministrativa degli agricoltori, che utilizzeranno una procedura semplificata. “E’ un provvedimento importantissimo – sottolinea Pietro Molinaro presidente di Coldiretti Calabria – che rafforza la sussidiarietà, va decisamente in direzione  della  sburocratizzazione e  rappresenta le “prove generali” per altri procedimenti amministrativi. Gli agricoltori possono quindi rivolgersi al SuperCAA, che diventa garante e artefice della semplificazione. Potranno eseguire in tempo reale e minor dispendio di tempo ed energie,  presso il proprio Centro di Assistenza Agricola, tutti gli adempimenti burocratici previsti dalla normativa: dall’acquisizione informatica del mandato, alla semplificazione della richiesta di assegnazione, dalla contestuale istruttoria del CAA per la concessione immediata dei quantitativi di carburante spettante, al relativo ordine di consegna, eliminando sovrapposizioni di funzioni e di processi nonché rafforzare la sicurezza delle procedure che peraltro esponevano inconsapevolmente gli agricoltori a gravi responsabilità. “In poche parole – conclude Molinaro – si va al CAA e arriva il gasolio in azienda”.