Reggio Calabria, arresto Lucano. Oronzio: “Scoperchiato il vaso di Pandora”

Reggio Calabria, arresto Lucano. Oronzio: “Scoperchiato il vaso di Pandora dell’accoglienza, adesso non ci resta di capire cosa ci sia dentro, se l’amore per il prossimo o l’amore per il Dio denaro”

“Stamattina siamo stati svegliati da una di quelle notizie che difficilmente passano inosservate e che fanno sgranare gli occhi nonostante il sonno alle prime luci della giornata. Arrestato Domenico Lucano, sindaco di Riace (provincia di Reggio Calabria), perché avrebbe favorito l’immigrazione clandestina. Un’ azione della Guardia di Finanza di Locri all’esito di articolate indagini, rivolta nei confronti di chi era stato osannato come il fautore del “modello Riace”, un modello di accoglienza che addirittura aveva fatto scomodare Saviano fino a costringerlo a uscire dal suo attico dal quale comodamente osserva e giudica il mondo”, è quanto scrive in una nota Pasquale Oronzo, esecutivo nazionale GN. “In questi casi il garantismo è d’obbligo, ma non si può non evidenziare un cambiamento di rotta sostanziale. Quelli che prima sembravano intoccabili, solo perché erano del partito “Accogliamoli tutti”, adesso non lo sono più. Perché l’accoglienza, oltre che predicata a parole, va realizzata coi fatti dimostrando in che modo si intende farla e se la si fa per soccorso umanitario o soccorso finanziario! Lasciamo che le indagini facciano il loro corso con la speranza che chi fino ad ora ha sempre predicato “fiducia nella magistratura” mantenga fede a questo motto e non lo rinneghi per paura di veder crollare tutte le convinzioni e di doversi rimangiare quanto detto fino ad oggi. È stato scoperchiato il vaso di Pandora dell’accoglienza, adesso non ci resta di capire cosa ci sia dentro, se l’amore per il prossimo o l’amore per il Dio denaro”, conclude.