Alluvione Calabria: modifiche alla circolazione in alcune statali nel crotonese

Francesco Mazzitello/LaPresse

Alluvione Calabria, a Crotone modifiche della circolazione in diversi tratti di statali

Visto il perdurare delle avverse condizioni meteorologiche con piogge numerose e copiose, anche a carattere temporalesco, è costante l’attività di monitoraggio della Prefettura di Crotone tramite l’unità di crisi. Alcuni tratti delle strade statali 106 e 107, precedentemente chiusi al traffico veicolare sono stati riaperti, ma permangono livelli di criticità rilevanti che impongono particolari attenzioni durante il transito. Si segnalano difficoltà sulla S.P. 52 di Papanice, Frazione di Crotone, che è stata chiusa per allagamenti.Il fiume Neto ha raggiunto la soglia di attenzione e si è provveduto alla chiusura del Ponte Neto sulla S.S. 106 in località Bucchi. Sono attenzionati i canali nei comuni di Crotone e Strongoli. Nel comune di Crotone è stato chiuso al traffico il ponte sul canale Tuvolo, affluente dell’ Esaro, il quale viene attentamente monitorato. Anche il torrente Trafinello e il torrente Papaniciaro sono sotto osservazione.La Regione Calabria ha messo a disposizione due Torri faro per il monitoraggio notturno nei pressi del fiume Neto e del fiume Esaro.

Evacuati circa 95 nuclei familiari (circa 400 persone) da un complesso residenziale in Crotone località Margherita. Sono stati disposti servizi anti-sciacallaggio nelle aree interessate.Il Sindaco di Crotone, ha disposto questa mattina l’immediata chiusura di tutte le attività commerciali e gli uffici pubblici sia in città che nella zona industriale ed ha invitato tutti i cittadini residenti in zone limitrofi a fiumi, torrenti e canali a prestare la massima attenzione e a salire ai piani superiori.Circa 500 le segnalazioni di interruzione di energia elettrica e di linee telefoniche nel comune di Cirò Marina, mentre nel territorio di Isola di Capo Rizzuto, lungo una strada provinciale è crollato un piccolo ponte ed un’auto è precipitata senza conseguenze per gli occupanti, tratti in salvo dalla polizia Locale.Diversi gli interventi di salvataggio soprattutto nei confronti di automobilisti rimasti in panne sulla S.S. 106.La Polizia Stradale e l’Anas monitorano costantemente la situazione.La locale Questura ha richiesto alla Polizia di Stato 20 unità in supporto delle attività.Nelle prossime ore arriveranno unità dell’Esercito Italiano con idonei di mezzi per fornire supporto tecnico logistico l fine di monitorare le criticità in atto. La situazione viene costantemente monitorata.