Allerta Meteo, situazione complessa in Calabria: strade invase da fango e detriti, problemi sulla SS106

Allerta Meteo, situazione complessa in Calabria: strade invase da fango e detriti, problemi sulla SS106. Anche le Forze dell’Ordine e il Comando provinciale dei Vigili del Fuoco mantengono alta la vigilanza su tutto il territorio

Allerta Meteo– Punto di situazione in Prefettura, in sede di C.C.S sulla complessiva situazione della provincia di Crotone che, come noto, da mercoledì è interessata da avvisi di condizioni meteo avverse, emessi dal Dipartimento Nazionale della Protezione Civile e dalla Regione Calabria, di elevata criticità per rischio idrogeologico. Nel corso dell’incontro è stato analizzato il quadro conoscitivo sia dell’andamento previsionale sulle condizioni meteorologiche – che confermano, con il bollettino emesso questo pomeriggio, intense perturbazioni anche per le prossime ore – sia la complessiva situazione dei disagi segnalati e dei potenziali rischi, si è disposto che restino necessariamente al massimo livello di allerta i livelli di guardia in tutti i comuni della provincia. Anche le Forze dell’Ordine e il Comando provinciale dei Vigili del Fuoco mantengono alta la vigilanza su tutto il territorio provinciale. Particolare attenzione è stata riservata ai territori di Cirò Marina e di Strongoli dove sono intervenute squadre dei Vigili del Fuoco e lungo la statale n. 106 chiusa durante la notte al traffico all’altezza di Torre Melissa per smottamenti di fango e presenza di detriti sulla carreggiata, circostanza che ha provocato anche sbandamenti di auto in transito. L’Anas e la Polizia stradale prontamente intervenute hanno effettuato durante la notte interventi, in quel tratto, per consentire la rapida riapertura della strada in entrambi i sensi di marcia. In ogni caso, si consiglia agli automobilisti in transito lungo quell’arteria e particolarmente nel tratto dal Km 262 – 276 di procedere con cautela. Sebbene non si sono evidenziate, al momento, altre situazioni di particolare criticità, massima resta l’attenzione riservata al controllo del territorio e del livello del fiume Esaro, costantemente monitorato nel loro andamento idrometrico. La Prefettura continuerà, attraverso la propria unità di crisi, a monitorare costantemente la situazione per tutta la giornata.