Taurianova, Leva: “necessario far chiarezza sullo stato di salute della maggioranza amministrativa”

Taurianova, Leva: “in che condizioni è la maggioranza amministrativa?”

Il locale commissario della sezione U.DC. di Taurianova, Salvatore Leva, ritiene di dover intervenire in merito a quanto verificatosi durante l’ultima assise del Consiglio Comunale. “Credo che sia stigmatizzabile quanto si è purtroppo palesato durante lo scorso Civico Consesso, di rinviare la seduta in seconda convocazione straordinaria del consiglio, per il venir meno del numero legale necessario per poter proseguire le funzioni dopo l’abbandono dall’aula dei consiglieri di minoranza presenti. A distanza di poco più di un anno del cambio di casacca da parte di un consigliere di minoranza passato nei banchi della maggioranza, che oggi tiene in bilico l’attuale governo amministrativo, c’è da notare che nello spazio di pochi mesi il consiglio comunale è stato rinviato per ben due volte. Questo dà prova della debolezza all’interno della maggioranza amministrativa. L’ossigeno datole da chi ha nel recente passato manifestato palese dissenso probabilmente si sta esaurendo, facendo zoppicare la maggioranza. Credo che sia doveroso da parte di chi ci amministra, e che si era presentato con un progetto politico programmatico in nome del rinnovamento e del cambiamento rispetto alle vecchie logiche politiche, fare chiarezza sullo stato di salute della maggioranza. In merito ad una evidente fragilità amministrativa su una gestione “accentrata” e poco propensa al dialogo, e dall’altra una  “visione” aperta all’incontro di nuove idee e alla gratuita “messa a disposizione” delle intelligenze a servizio della comunità e dell’Amministrazione, che avevano invece rappresentato il punto di forza della coalizione Taurianova Cambia. L’esponente dello scudo crociato  auspica che questa Amministrazione Comunale, che tanto ha promesso in campagna elettorale  anche con il supporto dell’UDC  che poco ad oggi ha  realizzato, abbia un sussulto di coscienza e uno scatto d’orgoglio e si dimetta in massa, al fine di permettere ai cittadini elettori di poter scegliere una nuova compagine amministrativa che sicuramente meglio e di più potrà fare per la nostra Città che possa guardare avanti con prospettive degne della propria storia” conclude.