Sicurezza: sindaco Padova, rischio concreto avere esercito di irregolari e disperati

Padova, 30 set. (AdnKronos) – “Esprimo tutta la mia preoccupazione per quanto emerge nel testo del nuovo decreto Sicurezza, anche se ancora non entrato in vigore. Bisogna stare attenti a non mettere in atto provvedimenti ad alto effetto mediatico e propagandistico che però poi come conseguenza hanno un impatto pericolosissimo e tutto a carico dei Comuni e dei cittadini sul fronte della sicurezza e dell’ordine pubblico”. Così all’Adnkronos, il sindaco di Padova, Sergio Giordani commenta il Dl Sicurezza approvato in settimana da Palazzo Chigi.
“Con queste misure il rischio concreto è di avere un esercito di irregolari e disperati che vagano per le vie delle città vivendo di espedienti, senza meta e senza possibilità di affrontare la cosa in maniera diversa e pragmatica – avverte Giordani – C’è la concreta possibilità che la gestione di questa emergenza indotta gravi sulle casse comunali a spese dei cittadini. Preoccupa anche il chiaro orientamento a indirizzare le politiche di accoglienza verso un modello che torna ai maxi hub con centinaia di migranti. Modello fallimentare che ha già causato gravi danni agli stranieri e alla cittadinanza tutta”.
“Con tanti altri Sindaci chiedo un ripensamento, un confronto costruttivo e una politica su queste tematiche che sia orientata alla concretezza e alla gestione nell’interesse dei cittadini dei fenomeni piuttosto che alla ricerca del consenso”, conclude.