Sicilia e Calabria maglia nera per i “neet”, giovani che non studiano e non lavorano: peggio di noi solo in Sudamerica

Dati allarmanti dall’Eurostat: in Sicilia e in Calabria quasi la metà dei giovani non studia e non lavora

Anche nel 2017 la Sicilia si aggiudica la maglia nera per numero di giovani che non studiano e non lavorano, ovvero per il numero dei cosiddetti “neet”. Lo rivela Eurostat, che ha pubblicato i dati del Regional Yearbook 2018.  Nell’isola i giovani compresi tra i 18 e i 24 anni che non svolgono alcuna attività sono circa il 39,6% della popolazione, peggio di noi solo la Guyana francese, dove il tasso è pari al 45,4%. I dati della Sicilia sono i peggiori di tutta Europa. Nel sud Italia male anche per la Campania, dove i neet sono il 38,6%, Puglia 36,4% e Calabria (36%).