Reggio Calabria, caos e disagi nelle palestre comunali: “a breve inizieranno i campionati ma non sappiamo ancora dove allenarci”

Scatolone Botteghelle Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Reggio Calabria, caos e disagi nelle palestre e negli impianti comunali

Il 31 luglio è giunta la notizia della scadenza dei termini per la presentazione delle domande per le palestre comunali e i seguenti impianti: scatolone, Palacalafiore, boccioni e Botteghelle di Reggio Calabria. Per questi impianti ci sono 10 ore riservate al comune per le quali le società hanno fatto regolare richiesta, ma ancora nessuna notizia è arrivata. Secondo una segnalazione pervenuta alla Redazione di StrettoWeb: “Per lo scatolone ci avevano promesso che saremmo entrati a metà agosto, ma siamo ancora fuori. Stessa cosa per le palestre scolastiche. Nel caso dello Scatolone, i due custodi nominati dal Comune regolarmente aprono, fanno le ore e poi chiudono. 
Le società che hanno i campionati che iniziano tra 20 giorni non possono ancora fare attività. In tutte le regioni d’Italia ad inizio agosto assegnano le strutture e a metà agosto le società entrano per gli allenamenti, ma a Reggio Calabria no. Per quanto riguarda la Provincia, oggi città metropolitana, invece il bando per la presentazione delle domande addirittura è stato pubblicato ad agosto con scadenza per la presentazione al 7 settembre. Anche in questo caso tante difficoltà. La palestra dell’Istituto “Panella” non sarà disponibile per problemi strutturali pertanto hanno chiesto alle società che avevano presentato la domanda di presentarne una nuova per il Righi. Pertanto ci saranno diverse domande con pochi turni disponibili e con assegnazione a questo punto ai primi di ottobre”.