Reggio Calabria: la Lega presenta il nuovo coordinamento cittadino [FOTO e INTERVISTA]

  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
/

E’ stato presentato a Reggio Calabria il nuovo coordinamento cittadino della Lega

Questa mattina all’Hotel Excelsior di Reggio Calabria è stato presentato il nuovo Coordinamento cittadino della Lega. Presenti all’incontro: il commissario provinciale di Reggio Calabria, Michele Gullace ed il coordinatore regionale e deputato della Lega, Domenico Furgiuele. A far parte del Coordinamento cittadino troviamo: Antonino Verduci, Antonello Placanica, Umberto Mazzi, Francesco Lione. Responsabile della comunicazione web e social media sarà Gilda Roberto mentregli aspetti legali saranno gestiti dagli avvocati Enzo Antonio Caccavari e Valentina Mazzi, infine portavoce del coordinamento sarà Vincenzo Maria Romeo. Durante la presentazione il commissario provinciale di Reggio Calabria, Michele Gullace, ha consegnato al coordinatore regionale 222 nuovi tesserati della Lega di Reggio Calabria ed ha dichiarato che la nuova sede della Lega sarà in via Privata Nervesa, 21. “Questa è stata un’occasione – dichiara il coordinatore regionale e deputato della Lega Domenico Furgiuele – per sottolineare il cambio di passo del nuovo Governo, grazie al Ministro Matteo Salvini, e per sottolineare le responsabilità derivanti dall’avere dei ruoli nel coordinamento. Il partito è una famiglia, che deve dare a ciascuno, attraverso l’impegno, l’opportunità di dare il suo contributo per la salvaguardia della propria comunità”.