Reggio Calabria, una giovane nonna scrive a StrettoWeb: “fate sempre questo delirio per Festa di Madonna ma forse serve più per fare soldi, l’anno prossimo facciamo come Don Puglisi e impariamo a riflettere”

Fuochi d'artificio Festa Madonna Reggio Calabria Foto Salvatore Dato

Reggio Calabria: una giovane nonna ha inviato una lettera di riflessione su Festa di Madonna

La riflessione inviata alla redazione di StrettoWeb da una giovane nonna di Reggio Calabria su Festa di Madonna:
“Sono una giovane nonna che abita in questa città metropolitana, ieri i miei nipoti di 14-16-17 anni  hanno seguito la visita del Papa a Palermo e hanno voluto sapere chi era questo sacerdote Don Puglisi; di loro spontanea volontà hanno chiesto ai miei figli di non portarli a fare una passeggiata serale tra le varie musiche ancora in corso per la recente festa della Madonna ma di vedere tutti insieme il film di don Puglisi trasmesso in prima serata su Sat2000;  i due più grandi hanno coinvolto altri due amici, così tutti abbiamo riscoperto la storia coraggiosa di questo grande uomo. PERCHÉ VI STO SCRIVENDO QUESTO? Perché ci siamo trovati davanti a dei giovani più riflessivi e responsabili di quanto noi adulti crediamo, giovani che vivendo in questa città con tanti evidenti problemi, desiderano un cambiamento perché stanchi di troppa superficialità e di vedere/sentire/fare sempre le stesse cose in questa Reggio. Ecco le loro precise domande e riflessioni: ” Perché a scuola e in parrocchia non ci fanno conoscere meglio le storie di questi uomini e di questa criminalita”???? com’è possibile che questo semplice prete ha pensato di poter chiedere di non fare una festa religiosa paesana senza giochi d’artificio e cantanti?? nonna ma si può fare questa richiesta ma a chi bisogna chiedere??? in fondo anche noi preferiremmo che con questi soldi facessero altro tipo spazi per giocare-nuotare-cineforum con dibattiti. Papa’ ma poi co sti giochi d’artificio anche voi adulti ma non vi siete rotti un po’?? fate sempre sta festa con il solito casino ma ora vedendo questo film….ma forse serve più per fare soldi…. opere di carità non ne abbiamo viste…. Ma il prossimo anno per la festa potremmo anche noi, come nel film di don Puglisi, raccogliere firme nella nostra scuola o quartiere per proporre altre cose??per esempio chiedere di farci fare a noi giovani una fiaccolata o un ritiro in piazza duomo per parlare di cosa vogliamo, di cosa ci aspettiamo da voi adulti e da Dio compresa la Madonna??? chiedere come fare ad essere ascoltati da voi adulti, da chi amministra sta città e da chi comanda sta Chiesa di Reggio??? Ma come ha fatto questo prete ad avere tanto coraggio???? Sai mamma alcuni ragazzi si comportano come quelli che don Puglisi ha cercato di aiutare,  ma noi possiamo pure aiutarli e come???? di pochi di buono in giro c’è ne sono e francamente tanti fanno paura e chi c’è l’ha il coraggio di questo Don Puglisi????Lui si che è un eroe altro che sti cantanti o calciatori….. ma siamo scemi che andiamo così in delirio per cose così banali…….ma si’ siamo giovani se non ci divertiamo ora quando……..però non possiamo non pensare che queste cose che abbiamo visto nel film non succedono!!!……” E altre domande sui loro sogni e ideali, io e i miei figli abbiamo cercato di dargli risposte vere sulla realtà sociale  che vivono avendo cura pero’ di offrirgli una visone di speranza per il loro futuro e per la formazione di una onesta identità.  Con i miei figli ci siamo poi chiesti ma se questi ragazzi così sbarazzini hanno in qualche modo notato eccessi e cose inutili in questa festa della nostra Patrona perche’ noi adulti da anni e anni non abbiamo mai pensato di cambiare e fare qualcosa di piu’ utile e consono a una festa religiosa che ormai sembra più una sagra tra l’altro molto  costosa??? Riflettiamo tutti!!! I giovani di questa città metrpolitana ci interpellano su cose vere e concrete!!!Grazie strettoweb anche da parte dei miei nipoti Giuseppe Anita Matteo e suoi amici Giovanni e Luca”.

Festa di Madonna, così mai più: questo degrado neanche nei paesi più tamarri