Reggio Calabria, controlli dei Carabinieri in Aspromonte: 46enne arrestato per legami con la ‘Ndrangheta, scoperte armi e piantagioni di stupefacenti [FOTO, NOMI e DETTAGLI]

  • Barbaro Rocco
    Barbaro Rocco
/

Arrestato dai Carabinieri della Stazione di Careri 46enne residente nell’hinterland milanese

I Carabinieri della Stazione di Careri hanno arrestato Rocco Barbaro, 46enne residente nell’hinterland milanese, destinatario di un ordine di esecuzione pena emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano.
L’uomo è stato associato presso la Casa Circondariale di Reggio Calabria dove dovrà scontare una pena di 4 anni di reclusione, poiché riconosciuto colpevole di rapina ed estorsione, aggravati dall’aver agito al fine di agevolare l’attività dell’associazione di tipo mafioso denominata “ndrangheta”.
Inoltre, sempre a Careri, i Carabinieri della locale Stazione di Careri, assieme ai Cacciatori di Vibo Valentia, hanno rivenuto, in C.da Bagli della frazione Natile Superiore, una piantagione di canapa abilmente occultata tra la fitta vegetazione.
La coltivazione era costituita da due piazzole all’interno delle quali erano state messe a dimora oltre 850 piante di cannabis indica, di altezza variabile tra 1,5 e 2 mt, precedentemente individuate a seguito attività di osservazione svolta dai Carabinieri Elicotteristi.
Infine, a Natile Nuovo, sempre i Carabinieri della Stazione di Careri e dello Squadrone Eliportato Cacciatori Calabria hanno rinvenuto 3 pistole con matricola punzonata, con relativo munizionamento, abilmente occultate in un tubo di plastica interrato in un fondo di un soggetto del posto, che è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria.