‘Ndrangheta a Reggio Calabria, infiltrazioni mafiose per la realizzazione dell’elettrodotto Sorgente-Rizziconi: le precisazioni di Terna

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Reggio Calabria, ‘Ndrangheta: arrestate 18 persone tra cui un sindaco e due imprenditori. Tra le accuse infiltrazioni mafiose per la realizzazione dell’elettrodotto Sorgente-Rizziconi, la precisazione della società Terna

“In relazione alle notizie apprese dagli organi di stampa che hanno riferito di arresti nella provincia di Reggio Calabria per associazione a delinquere, condotta asseritamente riconducibile ad attivita’ connesse alla realizzazione dell’elettrodotto Sorgente-Rizziconi (entrato in esercizio nel 2016), la societa’ Terna spa, le cui attivita’ sono fondate sul piu’ stringente rispetto dei principi di legalita’, rende noto di aver immediatamente contattato le autorità inquirenti e di aver fornito loro la propria totale disponibilita’ in ordine a qualsiasi necessario chiarimento”. E’ quanto si afferma in un comunicato diffuso in serata dalla società Terna