Ponte Morandi: Bernini, governo faccia presto, stop politica dei bluff

Roma, 15 set. (AdnKronos) – “Il governo ha il dovere di fare presto, la politica dei bluff fa male al Paese”. Lo scrive su Facebook Anna Maria Bernini, capogruppo di Forza Italia al Senato, riguardo la vicenda del ponte Morandi di Genova. “L’ostentazione, anzi l’ostensione, delle pagine del decreto Genova da parte del presidente del Consiglio Conte in occasione della commemorazione delle vittime della tragedia del ponte Morandi – prosegue l’esponente forzista – è una immagine inquietante, che fa il paio soltanto con quella del ministro Toninelli sorridente davanti al plastico del viadotto crollato, negli studi di Porta a Porta”.
“Un decreto figlio illegittimo dei contrasti tra 5 stelle e Lega che produce fiumi di parole, ma non i provvedimenti utili ad affrontare e risolvere i problemi di Genova. Lo stesso premier ammette candidamente che i contenuti arriveranno presto, in altri provvedimenti. Quindi? Per quanto ancora il paese dovrà aspettare? – chiede Bernini polemica – Basta politica degli annunci e delle passerelle, tanto rimproverata ai governi della sinistra, alla quale il M5S aggiunge la politica del bluff. La verità è che nel governo non c’è accordo su nulla, neppure sul nome del commissario straordinario per la ricostruzione”.
“Non servono ancora dieci giorni per capire che la persona giusta per quell’incarico è Giovanni Toti, che insieme al sindaco Bucci si è fatto carico di tutta la fase dell’emergenza. Oggi gli strumenti a disposizione di regione e comune non bastano più. Serve lo Stato e il governo ha il dovere di portare lo Stato a Genova, senza ulteriori ritardi. Senza altri bluff”, conclude la capogruppo di Fi.