Migranti: Salvini, a Crotone un tema contro di me, insegnante si scusi

Roma, 30 set. (AdnKronos) – ‘Purtroppo rimangono alcuni insegnanti politicizzati che fanno il tifo per la sinistra, ma non voglio credere che alcuni di loro siano arrivati a paragonare il mio decreto sulla sicurezza alle leggi razziali, come non voglio credere che una docente possa davvero parlare di allarme razzismo in Italia, visto che i dati dicono il contrario”. Lo sottolinea il ministro dell’Interno Matteo Salvini, in riferimento ad un tema che sarebbe stato assegnato al liceo scientifico ‘Filolao” di Crotone. ‘Il 5 settembre del 1938 -sarebbe stata la traccia da sviluppare- in Italia furono promulgate le leggi razziali. Oggi in Italia dopo 80 anni si registra un ritorno al razzismo, è una opinione diffusa che proprio il recente decreto in discussione al Parlamento, che riguarda l’immigrazione, contenga delle istanze razziste. Descrivi le leggi razziali e confronta il testo con il decreto di recente ideazione ed esprimi le tue riflessioni”.
Un genitore ha segnalato il tema al segretario leghista di Crotone, Giancarlo Cerrelli, che poi ha informato il ministro Salvini e denunciato l’accaduto ai giornali locali. “Se fosse vero quanto segnalato da studenti e genitori di un liceo di Crotone, l’insegnante in questione -dice ancora il titolare del Viminale- dovrebbe scusarsi e cambiare mestiere, evitando di fare la militante politica in classe. Un abbraccio a quei ragazzi da parte di un papà che lavora per una scuola senza pregiudizi”.