Messina-Bari 0-3, le pagelle di StrettoWeb: ospiti fuori categoria, biancoscudati in evidente difficoltà

Serie D, Messina-Bari 0-3: le pagelle di StrettoWeb, si salvano soltanto Biondi e Porcaro

Il Bari ha battuto il Messina con un rotondo 0-3 oggi pomeriggio al Franco Scoglio nell’esordio stagionale in serie D. Ecco le pagelle di StrettoWeb:

Messina (3-4-3):

Ragone 5,5 – Respinge un pallone che probabilmente avrebbe finito fuori la sua corsa, permettendo a Floriano di colpire a porta vuota per lo 0-1. Incerto in diverse occasioni.

Porcaro 6 – Perde un pallone sanguinoso vicino alla propria area, ma pochi secondi dopo un suo intervento provvidenziale evita il vantaggio del Neglia. Il meno negativo del reparto arretrato.

Cossentino 5 – Discreta presenza a centro area fino a quando concede troppa libertà a Simeri, che trova il raddoppio con una gran conclusione. 59’ Traditi 5,5 – Non incide come tutti gli altri cambi operati da Infantino.

Russo 5,5 – Prova a tenere botta, ma a lungo andare risente della differenza tecnica tra le due compagini.

Biondi 6 – Uno dei più positivi per intensità e spirito di iniziativa. Lascia il campo stremato. 69’ Cimino S.V. – Da rivedere in un’altra situazione.

Bossa 5 – Un’ottima apertura per Biondi sulla destra e poco altro. Perde il confronto con la più esperta mediana pugliese. 49’ Carini 5,5 – Ha sulla testa la chance per accorciare le distanze, ma non imprime la giusta forza alla conclusione.

Genevier 5 – In ritardo di condizione, trotterella e fa fatica a far sentire la sua esperienza. Guida i compagni più a voce che con i piedi. Sfortunato in occasione del calcio piazzato. Causa il rigore dello 0-3.

Barbera 5 – Partita complicata per il laterale mancino della squadra in maglia giallorossa. Perde qualche pallone di troppo e mette in difficoltà i compagni. 75’ Guehi S.V.

Rabbeni 5 – Gli ottimi spunti della partita contro l’Igea sono un lontano ricordo. 49’ Cocimano 5,5 – Una buona iniziativa poco dopo l’ingresso in campo, poi viene tenuto a bada senza patemi.

Gambino 5 – Arriva in ritardo all’appuntamento con il pallone su invito di Biondi. Troppo macchinoso per impensierire l’efficiente retroguardia pugliese.

Petrilli 5,5 – La corsia di destra funziona meglio rispetto a quella opposta, ma questo non è sufficiente per fargli raggiungere la sufficienza.

All. Pietro Infantino 5 – La differenza tra le due squadre non è solo qualitativa. Il Messina arriva sempre in ritardo sulle seconde palle e paga anche un gap a livello di ritmo. Probabilmente anche la disposizione tattica non ha aiutato i biancoscudati a tenere testa al tridente avversario. Discutibili alcune scelte di formazione: mettere un giovanissimo dal lato di Floriano è stata una mossa azzardata.

Bari (4-3-3)

Marfella 6; D’Ignazio 5 (40’ Nannini 6), Mattera 7, Cacioli 6, Aloisi 5,5; Hamlili 5,5, Bolzoni 6 (90’ Feola S.V.), Langella 6; Floriano 7,5 (69’ Bollino 6,5), Simeri 7,5 (60’ Pozzebon 6), Neglia 6,5 (78’ Di Cesare S.V.). All. Cornacchini 6,5.