Messina: al via la 40ma Stagione Concertistica “Taormina Classica 2018”

Tutto pronto per la 40ma Stagione Concertistica “Taormina Classica 2018”:  il duo Mariella Gernone (soprano) e Flavio Peconio (pianoforte) presenteranno “From the charm of the Opera …to the timeless Neapolitan Song”

Si aprirà con il concerto di domani sera, presso la chiesa di S. Caterina, la 40ma Stagione Concertistica “Taormina Classica 2017”, promossa dall’Associazione Musicale Almoetia in collaborazione con l’associazione “Orchestra da Camera di Messina”, patrocinata dall’Assessorato regionale al turismo della Regione Sicilia, dal comune e dall’arcipretura di Taormina. Il duo Mariella Gernone (soprano) e Flavio Peconio (pianoforte) presenteranno “From the charm of the Opera …to the timeless Neapolitan Song”, un percorso musicale attraverso alcune tra le più belle pagine operistiche e della canzone napoletana di Verdi, Bellini, Puccini, Arditi, Di Capua e il principe De Curtis. Cinque appuntamenti – a ingresso libero con inizio alle ore 20,00 – che il direttore artistico Maurizio Gullotta ha previsto fino al 7 ottobre. Domenica 23 settembre il duo Sara Cianciullo e Helga Pisapia proporranno il concerto per pianoforte a quattro mani “Fairy tales in dances” su musiche di Mozart, Grieg, Mozskowski e Debussy. Domenica 30 settembre, sarà la volta Lapo Vannucci (chitarra) e Luca Torrigiani (pianoforte) con la preformance “Memories of Italiana and Spanish themes for 88 keys and 6 strings”, su musiche di Castelnuovo-Tedesco, Torroba, Tarrega, Procaccini e Di Fiore. Venerdì 5 ottobre si esibirà il Klavioltrio, formato da Giambattista Ciliberti (clarinetto), Flavio Maddaloni (violino) e Piero Rotolo (pianoforte), con “Between theater, cinema and other contamination”, su musiche di Poulenc, Scardicchio-Rota e Piazzolla. Domenica 7 ottobre, infine, il Trio Piceno Classica, Luca Magni (flauto), Daniela tremaroli (violoncello) e Valentina Perugi (pianoforte), proporranno “The Greatest Hits”, alcune tra le musiche più famose di Bach, Beethowen, Mozart, Dvorak, Donizetti e Tchaikovski.

L’Associazione Almoetia, costituitasi nel 1979, si è imposta all’attenzione del pubblico e degli operatori per essere riuscita a far conoscere e valorizzare quei talenti musicali siciliani costretti altrimenti a cercare altrove occasioni per farsi conoscere e per affermarsi. Così l’attenzione dell’Almoetia è stata in questi anni primariamente rivolta ai giovani talenti soprattutto siciliani, dando loro la possibilità di esibirsi in un centro tra i più rinomati a livello mondiale.