Infrastrutture: Breglia, 300 ponti rischio crollo, 58% scuole non a norma

Milano, 15 set. (AdnKronos) – “Dopo crolli e terremoti emergono dati chiari sulla situazione dell’edilizia italiana: circa 11mila ponti e gallerie che necessitano di controllo e manutenzione, sparsi in tutta Italia, e 272 solo in Lombardia, su un totale di 45mila infrastrutture in funzione; trecento i ponti considerati a grave rischio, con criticità di livello 1, secondo le denunce degli esperti”. Mario Breglia, presidente di Scenari Immobiliari, apre così la seconda giornata del 26esimo Forum organizzato a Santa Margherita Ligure.
“Solo in zona Milano si vedono tre ponti, 10, 12 e 14, sullo svincolo 26 della superstrada Milano Meda che, secondo una perizia, andavano già chiusi, ma che la Provincia assicura monitorati e in attesa dell’avvio dei lavori attesi per il prossimo anno”. Ancora notizie “scoraggianti” sul fronte dell’edilizia scolastica, “a cui i fondi stanno arrivando, ma sono insufficienti: il 58% delle scuole, che si riaprono proprio in questi giorni, non risponde alle norme antincendio e il 53% necessita anche di un adeguamento antisismico”, elenca. La situazione non migliora per gli immobili residenziali: su un totale di oltre dodici milioni, si contano oltre due milioni di unità abitative in mediocre o pessimo stato.