Infrastrutture: Breglia, 300 ponti rischio crollo, 58% scuole non a norma (2)

(AdnKronos) – La percentuale di obsolescenza arriva al 21,1% per gli immobili edificati prima del 1981, mentre la quota scende al 4,7% per quelli costruiti tra il 1981 e il 2011. In altre parole, “le case italiane sono per un quinto vetuste e in cattive condizioni di manutenzione”, si evidenzia. Al Sud le case pericolanti e con evidenti criticità superano il 20% del totale regionale: il record negativo si attesta in Calabria con il 26,8%, seguono la Sicilia con il 26,2% e la Basilicata con il 22,3%. Nel Lazio, gli edifici a rischio rappresentano il 16% del totale e nella stessa capitale il 14,7% delle strutture è in cattivo stato.