In Sicilia gli “Itinerari Verghiani”: un percorso escursionistico nei luoghi delle celebri novelle rusticane

Un programma creato dal regista Lorenzo Muscoso, che grazie alla collaborazione con Etna e Dintorni e Fie Sicilia, porterà, ogni domenica a scoprire gli ambienti e spazi in cui vissero i personaggi di Verga

Quest’anno la IV° Edizione del Festival Verghiano promuove  il progetto “Itinerari Verghiani”, un percorso escursionistico nei luoghi delle celebri novelle rusticane. Un programma creato dal regista Lorenzo Muscoso, che grazie alla collaborazione con Etna e Dintorni e Fie Sicilia, porterà, ogni domenica dal 23 settembre al 21 ottobre ,  numerosi appassionati a scoprire gli ambienti e spazi in cui vissero i personaggi. La prima tappa è stata un successo, tanti gli intervenuti che hanno esplorato Acitrezza, visitato il porticciolo e  la casa del Nespolo de I Malavoglia. Domani sarà la volta delle alture etnee, si passerà dagli scenari di Nedda  a S. Giovanni La Punta a  quelli di Trecastagni de La Capinera mentre giorno 7 ottobre vi sarà un doppio appuntamento, la mattina si partirà per  Vizzini alla scoperta delle location della  Cavalleria Rusticana, La lupa, Jeli il Pastore,  l’Amante di Gramigna, La Roba e  Mastro Don Gesualdo. Nello stesso tempo a Ragusa, la CAI condurrà una passeggiata lungo Ibla al ritrovamente delle suggestive bellezze architettoniche, invece, nel pomeriggio si andrà a Vittoria al pittoresco Museo dei Carretti Siciliani di Giovanni Virgaduala, uno degli ultimi “Cunti” siciliani che allietterà il pubblico con una delle tante storie campestri, per spingersi, poi,  a Camarina, al Museo di Archeologia e infine a Scoglitti all’Ortu du Re Cuccu per lo spettacolo del celebre Cantastorie Luciano Busacca. Il 13 ottobre si ci recherà a Catania presso il Museo Giovanni Verga, l’antica dimora familiare e nella stessa giornata si proseguirà alla scoperta di luoghi di personalità che hanno interagito con lo scrittore, come il Poeta Giuseppe Rapisardi. L’esperienza si chiuderà il 21 ottobre su Bronte per omaggiare anche i caduti del tragico massacro raccontato dal Novelliere ne la Libertà. Un’ Iniziativa ancora una volta organizzata dalla Dreamworld Pictures divenuta il punto di riferimento sul territorio nell’ambito della valorizzazione del Genio Verista, e che dimostra come l’elemento culturale è utile alla scoperta storico artistica, alla formazione intellettuale favorendo, infine, all’incoming turistico territoriale.