Giustizia: messa in prova in aumento, nel 2017 oltre 23mila casi/Adnkronos

Roma, 30 set. (AdnKronos) – Il ricorso all’istituto della messa in prova dell’imputato, in vigore da quattro anni, è in costante aumento, tanto che nel 2017 è stato applicato in 23.492 casi e nei primi quattro mesi del 2018 in 12.649. A rilevarlo è la relazione trasmessa al Parlamento dal ministero della Giustizia aggiornata al 31 maggio di quest’anno.
“L’aumento dei casi di sospensione del procedimento -sottolinea il documento di via Arenula- è particolarmente importante, passando da 511 nel 2014 a 9.690 nel 2015, 19.187 nel 2016 e 23.492 nel 2017. L’incremento del numero di misure eseguite dal 2015 al 2017 è risultato pari al 142%”. Nel 2018, nei primi quattro mesi si è passati da 11.102 a 12.649 applicazioni, con un incremento pari al 14%.
Viceversa diminuiscono i casi nei quali la misura viene revocata. Nel 2017, 322, pari all’1,4 per cento del totale, con un calo rispetto al 3,7 registrato nel 2016.