Messina, spettacolare geyser a Sperone: guasto riparato con intervento “tampone”

La consigliera della VI Circosrizione, Mancuso: “A Messina rete idrica colabrodo,  servono interventi risolutivi”

Il villaggio di Sperone a Messina è stato oggi teatro di un avvincente geyser in azione ma la causa del getto non è di certo ricercabile in un raro fenomeno vulcanico quanto, più banalmente, alla rottura di una tubatura della rete idrica sita in Viale F. Stagno d’Alcontres.

“Il guasto alla condotta– spiega Francesca Mancuso, Consigliere della VI Circoscrizione-era stato segnalato nel corso delle prime ore del mattino di ieri, quando era già possibile evidenziare una copiosa fuoriuscita di acqua potabile direttamente dal manto stradale ormai sgretolato. Tuttavia le numerose richieste di intervento che quotidianamente giungono all’A.M.A.M. ed il personale numericamente insufficiente al fine di  garantire i livelli minimi di manutenzione sulla rete idrica, sono causa di notevoli ritardi nell’esecuzione dei lavori richiesti. E così, nella giornata di oggi, la rottura di una tubazione ha sortito l’effetto geyser e la conseguente dispersione di migliaia di ettolitri di acqua potabile. Solo intorno alle ore 10 di questa mattina, in seguito a molteplici segnalazioni giunte all’azienda A.M.A.M., una squadra  di tecnici è intervenuta sul posto per mitigare il disagio, terminando il lavoro con un rattoppo che in breve tempo tramuterà in una grande buca stradale.

E’ sotto gli occhi di tutti che la rete idrica dei nostri villaggi sia un vero “colabrodo” e che le continue infiltrazioni, non solo provocano un’ingente dispersione di questo prezioso bene nel sottosuolo, ma incrementano il rischio di cedimento del manto stradale in numerosi punti critici della nostra circoscrizione. Situazioni analoghe e già opportunamente segnalate si sono infatti verificate di recente in Via Marina (Ganzirri), problemi che compromettono l’incolumità di automobilisti e pedoni in transito. Entusiasta del mio ruolo ogni giorno mi faccio interprete di numerose segnalazioni inerenti le più importanti problematiche, confidando che queste possano esser risolte per il bene della collettività.

In una città come la nostra, colpita da un’infinita emergenza idrica, –continua l’esponente pentastellata- bisognerebbe garantire una corretta ed efficiente gestione della risorsa idrica. Da troppi anni vengono effettuati unicamente interventi “tampone”, adesso è necessario effettuare opere idriche risolutive volte alla sostituzione delle condotte idriche maggiormente ammalorate”.