Baracche, parte la maxi operazione sanitaria: medici e infermieri a Fondo Fucile per accertare l’esistenza di altri casi di asbestosi

/

Baracche Messina, medici e infermieri visitano gli abitanti di Fondo Fucile per verificare altri casi di asbestosi. L’appello del sindaco: “Chiedo a tutti di collaborare”

È partita stamattina da Fondo Fucile la maxi operazione sanitaria per accertare lo stato di salute dei residenti delle baracche. Quest’oggi medici e infermieri hanno fatto tappa a bordo di un furgoncino per sottoporre gli abitanti ad uno screeening gratuito ed accertare le condizioni di salute dei cittadini residenti nelle casette, in particolare per verificare l’esistenza di altri casi di asbestosi, dal momento casette sono interamente ricoperte da amianto. È’ stato imposto a tutti i soggetti che vivono o hanno vissuto nelle baracche di sottoporsi a verifiche gratuite ed utili per aver il quadro definitivo dell’emergenza sanitaria che potrebbe emergere da tali attività. Il sindaco ha chiesto a tutti i residenti di collaborare “perchè l’asbestosi è una forma tumorale causata dall’esposizione di amianto“. I controlli sanitari seguiranno a ruota anche nelle altre zone della città interessate dal Risanamento.